Caffè: fino a tre tazzine al giorno fanno bene al cuore

Per molti anni il caffè, una delle bevande più amate e consumate al mondo da milioni di persone, è stato visto con un certo sospetto per i presunti effetti negativi che, consumarne in quantità eccessive, potrebbe avere sulla salute, ma è ormai da tempo che ricerche scientifiche hanno in larga parte smentito queste ipotesi, prestando maggiore attenzione ai reali benefici che un consumo attento e moderato può avere sul benessere fisico.

Di presunti benefici dati dal caffè ne sono stati ricordati tanti, anche se non mancano le preoccupazioni che emergono quando l’assunzione di caffeina raggiunge livelli esagerati soprattutto negli adolescenti. Questa volta torniamo a parlare del caffè per i risultati di uno studio condotto di recente, che metterebbero in evidenza gli effetti positivi che il consumo di caffè avrebbe sulla salute del cuore.

Se guardiamo alle principali cause di morte del nostro paese, appare subito evidente come le patologie cardiovascolari siano ancora oggi le principali responsabili di morte in Italia, problema che deriva da diversi fattori. Ed è proprio in un contesto del genere che, secondo un recente studio, il caffè potrebbe trasformarsi in un valido alleato per aiutare a contrastare patologie mediche correlate al cuore.

Tutto nasce da uno studio condotto da un team di ricercatori dell’Università di Sao Paulo, in Brasile, che ha coinvolto più di 4000 persone. Attraverso un questionario, i ricercatori hanno raccolto dati preziosi sulla salute cardiovascolare dei soggetti, comprese le abitudini alimentari. A questo punto i ricercatori hanno notato che il 56% delle persone affermava di bere almeno due tazzine di caffè al giorno e il 12% addirittura tre al giorno.

Tra le conclusioni è emerso qualcosa di interessante. Le persone che avevano l’abitudine di bere caffè, avevano una salute cardiovascolare migliore e persino delle arterie più pulite. Da ciò emergerebbe una possibile correlazione tra il consumo di caffè e la minore probabilità di calcificazione delle arterie, fattore questo che riduce il rischio di episodi di infarto. Gli stessi ricercatori, tuttavia, hanno sottolineato la necessità di ulteriori approfondimenti per comprendere quale sia l’elemento che renderebbe il caffè potenzialmente benefico per il cuore.

Non bisogna dimenticare che esistono numerose varietà di caffè, e ognuna è composta da una miscela di elementi diversi che contribuiscono a crearne l’aroma e il sapore. Come per tutte le cose, inoltre, il consumo eccessivo può avere conseguenze tutt’altro che salutari.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: