10 bambini morti per colpa di farmaci #omeopatici per lenire il dolore alle gengive?

dolore_denti

In America sotto accusa alcuni farmaci omeopatici reputati la causa possibile della morte di 10 bambini e 400 episodi di effetti collaterali. Sono farmaci utilizzati per lenire i dolori ai denti dei bambini. L’azienda produttrice ha bloccato la vendita e sono stati avvisati i genitori nel non utilizzarli.

L’allarme è stato lanciato dalla Food and Drug Administration (Fda) negli USA, mentre sta cercando di capire la possibile correlazione tra l’assunzione dei farmaci omeopatici e la morte dei 10 bambini che utilizzavano quel particolare farmaco. Al momento non si ha alcuna prova della causa diretta , ma in via precauzionale è stata comunque bloccata la produzione, oltre che il ritiro del farmaco sotto indagine.

Oltre ai decessi si pensa ci sia una possibile causa negli effetti collaterali emersi da questa somministrazione, come convulsioni, letargia, difficoltà respiratorie, debolezza muscolare, arrossamento della pelle, stipsi e difficoltà a urinare siano stati causati dall’assunzione di tali farmaci.

farmaci_omeopatici_gengiveL’Azienda Hyland dal canto suo asserisce l’assoluta sicurezza del farmaco prodotto (Hyland’s Baby Teething Tablets, Hyland’s Baby Teething Tablets Nighttime and Hyland’s Baby Teething Gel), definendolo sicuro, ma è stato lanciato comunque l’allarme anche nel caso di possibili effetti collaterali da sottoporre ai propri pediatri. In caso di dolori gengivali nei bambini i dottori suggeriscono in alternativa a questi farmaci, l’uso del paracetamolo o il massaggio con la frutta surgelata sulle gengive per alleviare il dolore.

Stiamo pienamente collaborando con la Food and Drug Administration, hanno assicurato i dirigenti della Hyland, ma speriamo anche che l’agenzia ci fornisca i dettagli degli episodi su cui stanno indagando. Non siamo infatti a conoscenza dei dati che supportano le affermazioni contenute nell’alert“.

I farmaci per la dentizione che sono stati segnalati, nel 2010 erano stati messi sotto analisi per la possibile dose eccessiva di belladonna, componente naturale ma che se somministrata in dosi eccessive può dare effetti anche molto gravi. A seguito del richiamo l’azienda ha poi riformulato le dosi di belladonna all’interno dei suoi prodotti.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: