Non solo Banksy… l’artista britannica Lucy McLauchlan a Roma con Forgotten Project e Absolute Vodka per Campo Testaccio

C’è sempre una duplice interpretazione delle cose: per esempio un muro può essere interpretato come divisione, innalzare una barriera, oppure, nella migliore delle ipotesi (e sicuramente la più artistica e divertente) può essere considerato come un grande foglio bianco, su cui scrivere le proprie poesie da far leggere ai passanti, o dipingere le proprie emozioni regalando un’opera artistica unica.
Questa è stata la fortunata scelta voluta da Forgotten Project, alimentata dall’estro dell’artista britannica Lucy McLauchlan .
Il muro in questione è quello del Campo Testaccio, storico stadio della AS Roma, ora considerato un non-luogo, emblema degli impianti sportivi dimenticati, purtroppo parecchi a Roma come la “Pinna di squalo” di Santiago Calatrava, lo Stadio Flaminio e l’ex Velodromo.


Il 23 maggio a Roma l’artista britannica ha potuto inaugurare la sua opera prestando l’eleganza del bianco e nero della sua arte, al muro del campo dove la squadra giallo rossa giocò dal 1929 al 1940.
Grazie a Forgotten Project, progetto nato nel 2015 e alla seconda edizione, si da voce ad interventi su edifici in cui vengono approfonditi gli aspetti architettonici, antropologici e storici attorno ad essi.
Dopo la prima edizione partita con il Portogallo e che ha visto protagonisti artisti all’opera in ex fabbriche, cinema chiusi, piccole stazioni, aree dismesse e mercati, il progetto del 2018 fa luce su artisti del Regno Unito, uno dei paesi più rappresentativi dell’arte urbana e sceglie Lucy McLauchlan come rappresentante. La sua pittura quasi gestuale, si combinano in essa influenze etniche, quasi preistoriche con una sensibilità grafica modernista. Quattro opere di Lucy si possono ammirare nella collezione permanente del Victoria and Albert Museum di Londra.
Dal ruolo di Londra come culla europea della street art, al fenomeno Banksy, sono molteplici gli aspetti da esplorare.


Il progetto urbano Forgotten è nato dall’esigenza di valorizzare il patrimonio architettonico contemporaneo nella città di Roma attraverso l’arte urbana, progetto supportato da Absolut Vodka, da sempre vicina al mondo dell’arte come strumento creativo per un domani migliore.

Si ringrazia :
Partner Culturale Evento
Mercato Testaccio

In collaborazione con
Absolut

Patrocini Istituzionali del progetto
Regione Lazio, Assessorato alla Crescita Culturale di Roma Capitale, Casa dell’Architettura di Roma

Con il supporto di
British Embassy Rome, British Council

Sponsors Tecnici
Loop Colors, Boero-Il Colore italiano dal 1831 

Media Partner del progetto
I Support Street Art, StreetArt360, Wanted in Rome, BLocal Travel Blog, Il Romanista

ph crédits : Stefano Corso e Zaira Biagini

myphone

Share

Commenti

commenti