Budapest: sette turisti sono morti affogati nel Danubio

Ricerche dei dispersi sul Danubio, Budapest

Sette sudcoreani sono morti dopo che una nave da turismo è affondata questa notte nel Danubio, vicino al palazzo del parlamento ungherese nel centro di Budapest, hanno detto funzionari ungheresi e sudcoreani.

Trentatré sud-coreani erano a bordo della nave quando è entrata in collisione con un’altra nave, ha detto il ministero degli esteri della Corea del Sud. La nave turistica di 26 metri trasportava anche due membri dell’equipaggio ungheresi.

In questa fase, sette persone sono state ricoverate in ospedale in condizioni stabili ei nostri servizi hanno registrato la morte di altre sette persone“, ha detto Pal Gyorfi, portavoce dei servizi di emergenza ungheresi.

C’erano veicoli di emergenza posizionati a intervalli regolari lungo un tratto di due miglia del fiume nelle prime ore di giovedì, mentre la ricerca dei sopravvissuti continuava, ostacolata dalla pioggia battente e dalla scarsa visibilità. Le piogge abbondanti dall’inizio di maggio hanno portato a livelli elevati l’acqua del fiume, complicando gli sforzi di salvataggio.

C’è stato un tragico incidente in barca verso le 21:00 di mercoledì“, ha detto Gábor Csatò, amministratore delegato del servizio di ambulanza ungherese, parlando da un improvvisato punto di comando dei servizi di emergenza sulla riva del fiume poco prima di mezzanotte ora locale. “Abbiamo investito un grande sforzo nelle operazioni di salvataggio grazie all’aiuto di 17 ambulanze, vigili del fuoco, polizia e barche, guardando lungo entrambi i lati del Danubio.”

Csatò ha poi aggiunto che la corrente nel Danubio era così forte che alcune persone erano state trovate molte miglia a valle, fuori dai confini della città di Budapest. Una persona è stata estratta dall’acqua vicino al ponte Petőfi, a circa due miglia a valle dell’incidente. I sopravvissuti sono stati curati in ospedale per ipotermia, ha detto, mentre la ricerca delle rimanenti persone scomparse ha continuato.

Le barche ormeggiate sul lato del fiume hanno acceso i riflettori sull’acqua per aiutare la caccia ai sopravvissuti, mentre una troupe cinematografica che stava girando sul Liberty Bridge, a valle dell’incidente, ha anche acceso le luci sull’acqua, ha riportato il sito web index.hu.

La barca è stata trovata dopo diverse ore di ricerca vicino al ponte Marguerite, che collega la città vecchia di Buda e il distretto di Pest, hanno riferito i media locali. L’accesso al fiume è stato bloccato dalle autorità, secondo la televisione locale.

Il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-in, ha incaricato i funzionari di “dispiegare tutte le risorse disponibili” per il salvataggio, ha detto l’ufficio presidenziale.

I notiziari ungheresi hanno identificato la barca affondata come Sirena, descritta come una delle barche più piccole della flotta della compagnia che la possiede. Ha due ponti e una capacità di 60 persone, capacità che scende a soli 45 ospiti nel caso di crociere turistiche. Il proprietario ha dichiarato alle agenzie di stampa ungheresi che la barca era completamente affondata.

Centinaia di barche percorrono il Danubio a Budapest e dintorni ogni giorno, da piccole imbarcazioni turistiche a grandi crociere fluviali che attraccano in città prima di proseguire lungo il fiume.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: