Volvo annuncia decisione storica. Limitare la velocità delle sue auto a 180 km/h dal 2020

Sicurezza stradale, un argomento sempre molto caldo considerando che milioni sono i veicoli in circolazione e ancora tanti, troppi sono gli incidenti stradali che provocano morti e feriti nelle strade di tutto il mondo. L’avanzamento della tecnologia in campo automotive senza dubbio contribuisce a limitare i danni, proteggendo maggiormente guidatori e passeggeri, soprattutto nelle vetture di ultima generazione.

Ma esistono fattori che, ancora oggi, contribuiscono ad incrementare il numero di incidenti mortali. Se da un lato la distrazione o l’abuso di alcol e sostanze stupefacenti hanno effetti devastanti su chi si mette alla guida di un veicolo, non è da meno la velocità eccessiva che in caso di incidenti può rendere inutili i sistemi di sicurezza integrati nelle auto. E’ per questo che la casa automobilistica svedese Volvo ha annunciato una decisione storica per il settore. Dal 2020 l’obiettivo del produttore sarà di limitare a 180 chilometri orari la velocità massima raggiunta dalle sue auto.

Si tratta di una decisione che non mancherà di far discutere, soprattutto gli appassionati di automobili interessati alla velocità delle vetture. Ma che arriva dalla casa automobilistica che per prima, molti anni fa, ha introdotto di serie le cinture di sicurezza (ideate dal progettista Nils Bohlin), da allora diventate uno dei principali sistemi di sicurezza presenti sulle automobili.

L’intento di Volvo è quello di concentrare la propria attenzione sulla sicurezza, sfruttando la tecnologia per ridurre al minimo i morti provocati dagli incidenti stradali causati dall’alta velocità. Dati della National Highway Traffic Safety Administration hanno rivelato che nel 2017 il 25% degli incidenti stradali mortali sulle strade statunitensi sono attribuibili all’eccessiva velocità.

Per questo Volvo ha annunciato la decisione di limitare, dal 2020, la velocità massima delle sue vetture a 180Km/h. Hakan Samuelsson, Presidente e CEO della compagnia, ha così spiegato questa scelta:“Volvo è leader nella sicurezza: è sempre stato così e lo sarà anche in futuro. Grazie alle ricerche che abbiamo effettuato, sappiamo dove si concentrano le aree problematiche quando si tratta di porre fine agli incidenti mortali o con gravi conseguenze a bordo delle nostre automobili. E sebbene la limitazione della velocità massima non rappresenti una soluzione definitiva, vale la pena tentare questa strada se può contribuire a salvare anche una sola una vita umana.”

La decisione rientra nella strategia Vision 2020 annunciata da tempo dal costruttore svedese, che si pone l’obiettivo di ridurre a zero il numero di morti e feriti gravi provocati dagli incidenti stradali entro il 2020. Un obiettivo ambizioso e difficile da raggiungere, alla base della volontà di studiare altri accorgimenti per i prossimi modelli del produttore. Volvo ha già in mente di sviluppare un sistema di controllo automatico della velocità vicino alle scuole e un sistema di controllo interno che valuti la condizione psicofisica del conducente.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: