Scooter sharing con Enjoy

 Screenshot 2015-12-15 20.59.48

A breve ci sarà la possibilità, per chi volesse, di utilizzare lo scooter in città pur non possedendone uno. Sta partendo anche nelle nostre città, così come è avvenuto per le auto, il nuovo servizio Scooter Sharing Enjoy.
L’idea è molto interessante. Permette di utilizzare un mezzo veloce, che non rischia di rimanere infognato nel traffico congestionato delle città e sopratutto non necessità delle nostre cure e attenzioni. L’uso saltuario, di un mezzo di proprietà non ci elimina costi assicurativi, bollo e manutenzione. La possibilità di usarlo solo quando ne abbiamo bisogno, avendo a disposizione un mezzo sempre in piena efficienza, ad un costo più che accessibile, può essere una bella idea.
Screenshot 2015-12-15 21.00.39

 

La formula è pensata per consentire di ritirare presso apposite aree, lo scooter, così come avviene per le auto .

Lo scooter Sharing Enjoy parte nelle medesime città dove è già presente la formula già sperimentata per le auto: Milano, Torino, Firenze e Roma.

Come funziona lo scooter sharing Enjoy:

Il servizio, è per ora già attivo nella sola città di Milano, e si basa su di  una flotta di 150 scooter a tre ruote Piaggio MP3  in allestimento 300LT Business ABS. Un allestimento ricco, che presenta altresì (ai fini di controlli preventivi assicurativi) due telecamere per la ricostruzione di eventuali sinistri o incidenti.

Nella dotazione sono previsti due caschi e le cuffie igieniche da apporre all’interno degli stessi.

La tariffa è di 0,35 € al minuto. Non pochissimo. per una tratta che prevede un tragitto di venti minuti, (tempo di percorrenza media calcolata nelle nostre città), il costo è di 7 euro.  E’ comunque conveniente in caso di urgenza, se il punto di ritiro è vicino casa e si devono sbrigare pratiche in breve tempo.

 

Gli scooter  Enjoy  possono essere guidati con patente italiana di categoria A e B (a partire dai 21 anni di età per le patenti A e B, patente A2 e 21 anni di età se presa prima del 19 gennaio 2013) e con patenti estere riconosciute dal servizio Enjoy. I nuovi utenti si possono registrare tramite app o sul sito enjoy.eni.com, mentre a chi è già iscritto basterà solo aggiornare il profilo per abilitare il nuovo servizio”.

Un’altro indubbio vantaggio è la possibilità di accedere a questi mezzi nelle aree precluse al traffico a tutti gli altri mezzi privati, sia a quattro che a due ruote (un no-sense, visto che inquinano nella medesima maniera. Avrei capito la cosa se fossero stati elettrici). e di non pagare neppure la sosta, ove previsto normalmente il pedaggio. A conclusione del noleggio possono essere lasciati  in qualsiasi parcheggio consentito  Sharing Enjoy.

Gli scooter sono in regola con le nuove normative antinquinamento che entreranno in vigore dal 01/01/2016

 

 

 

Commenti

commenti