Salone dell’Auto di Ginevra dal 9 al 19 Marzo 2017

L’evento si svolgerà dal 9 al 19 Marzo, ci saranno tante conferme, che potranno essere ammirate dal vivo, molti aggiornamenti tecnici stilistici e ampliamenti di gamma per diversi modelli e ci saranno loro, le novità più attese, e qualche prototipo.

Ci saremo anche noi al Salone dell’Auto di Ginevra. Vi parleremo in diretta con video streaming dell’evento che caratterizza ogni inizio anno, per tutto ciò che riguarda il mondo dell’auto.

Tante cose di cui parlare in quell’occasione e cose da approfondire nel corso di tutto l’anno con prove specifiche su strada.

Il manifesto dell’edizione di quest’anno è incentrato, nella parte posteriore, in una elegante concept car. Come ogni anno, il palazzo sede della manifestazione è il palazzo delle Esposizioni Palexpo e ospiterà tantissime case automobilistiche (Saranno 180 gli espositori) nei suoi  106.000 mq di spazio espositivo.

Nel 2016 furono l‘Audi Q2, la Bugatti Chiron, la Renault Scénic le rappresentanti principali di quell’edizione., insieme all’Alfa Romeo Giulia, insieme alla Aston Martin DB11.

Lo show di Ginevra, è tra gli eventi più importanti nell’Universo automobilistico in Europa. I produttori hanno la possibilità di aprire così un nuovo anno e approfittare della vetrina svizzera per proporre i nuovi modelli per animare il settore durante l’anno in corso. Nel 2017, la mostra si aprirà per 10 giorni da Giovedì 9 marzo a Domenica 19 marzo. Nessuna sorpresa su questo punto, perché questa Fiera, tra le più antiche, si svolge a marzo da quasi un secolo.  Ginevra nasce nel 1905. Dopo una parentesi a Zurigo e la prima Guerra Mondiale, dal 1924, si svolge a Ginevra. Il crescente successo della manifestazione ha fatto nascere l’esigenza di una luogo adatto. Un Centro Espositivo costruito nel 1982 e denominato Palexpo. Ogni anno sono più di 700.000 persone che vanno a Ginevra per questo appuntamento irrinunciabile  che si estende per ben  100.000 mq.

Lo spazio espositivo denominato Palexpo si trova appena fuori l’aeroporto internazionale di Ginevra e vicino al confine con la Francia. Il Salone di Ginevra sarà aperto al pubblico dalle ore 10 alle ore 20 nei giorni feriali e dalle 9 alle 19.00 durante il fine settimana . L’indirizzo del Centro Palexpo è: 30 Route Francois Peyrot, 1218 Le Grand Saconnex. E’ possibile raggiungere Palexpo dal centro di Ginevra tramite il bus 5, 28 e Y o in treno (scendere alla stazione dell’aeroporto).

In Auto: Arrivare in Automobile dall’Italia è sconsigliabile, se non per le località del Nord Italia vicine al confine. In ogni caso si deve sapere che i parcheggi in prossimità del Palexpo sono limitati e costosi. Ci sono navette preposte da aree nel raggio di 5 km. Il prezzo è di 20 franchi svizzeri (meno di 18 euro) per  (parcheggio + trasferimento incluso).

Molto meglio, invece, il treno (o l’aereo). Arrivare al Palaexpo dalla stazione dell’Aeroporto è comodo e conveniente. Ci sono tariffe  preferenziali disponibili tramite l’offerta combinata RailAway. La stazione  Ferroviaria di Ginevra si trova vicino alla sala d’attesa dell’aeroporto ed è facilissimo arrivarci.

Dall’Italia si sono organizzati veri e propri tour. Viaggi in Bus o treno, pacchetti con o senza albergo e ingressi personalizzati  per fasce d’età o per gruppi. Si può decidere un solo ingresso o più giorni. che evitino le file.  Le partenze sono previste da tutta Italia

 

2017

Difficile per il momento di sapere quali saranno le anticipazioni che vedremo. Audi porterà la sua flotta e in particolare gli occhi saranno puntati sulla rinnovata Q5 e sul prototipo Q8 e sulla Audi Crosslane coupè (rievocativa delle vecchie Audi quattro). In più ci saranno tutte le vetture medio-piccole con i propulsori di nuova generazione. Si parla insistentemente di una Coupè di derivazione Giulia, per l’Alfa Romeo e ci sarà come reginetta predestinata del Salone, l’Alfa Stelvio. Alpine presenterà il nuovo modello, dopo tanti anni, Bmw porterà la serie 5 appena rinnovata e il Concept X2 forse in versione definitiva. La nuova serie 1 appena svelata e tanto spazio all’ibrido. La  Citroën presenterà l’erede della C3 Picasso e la variante C-Aircross., ma anche la Ds-7 finalmente in veste definitiva. Dacia presenterà, in veste definitiva, il nuovo Duster. Nel edizione 2017, ci sarà un evento nell’evento perché è l’anno del settantesimo anniversario della nascita della Ferrari. Il Salone non potrà non essere un occasione per ripercorrere la storia di questo prestigioso Marchio con una carrellata di auto simbolo e l’occasione per proporre qualcosa che possa identificarla nel futuro. Il Gruppo FCA avrà l’intera gamma schierata, con alcune varianti in ordine alle personalizzazioni e special edition. Per Ford, la Fiesta è il modello del rilancio della media piccola per antonomasia. Ci sarà anche la Kuga appena ristilizzata, la grande Edge e il modello sportivo/estremo appena uscito vincente dall’edizione 2017 della 24 ore di Daytona con la GT Ganassi Racing. La nuova Nsx sarà sicuramente la principale attrazione dello stand Honda. Nuova in tutto e dal nome evocativo sarà tra le supercar che farà sognare gli ospiti. La rinnovata I30 insieme all’ibrida Ioniq. Land Rover presenta ufficialmente il nuovo Discovery. La Lamborghini consolida la sua iconicità di auto estrema con il modello Aventador S, appena presentata, ma la vera novità sarà la Ursus che finalmente si svelerà. Jeep porterà in svizzera la nuova Compass per riconquistare la gamma media dei Crossover e il Gran Cherokee con alcuni dettagli per rendere più moderno l’insieme.  La Kia porterà a Ginevra la sua Sportage, ma anche la nuovissima e moderna Niro, con la quale ibrido e multispazio trovano la loro nuova forma d’espressione e la berlina sportiva Stinger In Casa Mazda ci saranno tante cose interessanti da vedere, dalla CX5 nella nuova veste rinnovata e la sportiva Mx-5 RF. La casa di Stoccarda avrà la sua intera gamma a rappresentarla compresa la sportivissima AMG GT Roadster. La Classe A/B e GLA presenteranno il lieve facelifting. Mini ci sarà con la nuova Countrymann. Mitsubishi presenterà un nuovo Crossover basato sul pianale della Citroen DS7, partner storica della casa Giapponese. Probabilmente in Casa Nissan ci sarà quel prototipo – che sarà qualcosa di più di un Bozzetto statico. Il punto di partenza della nuova Qashqai, ma anche l’erede dell’originale Juke, che sembra matura per un restyling. La Opel, oltre alla Insignia, presenterà quasi sicuramente la nuova vettura media che sostituisce la Meriva, la Crossland X, ma anche – per la trazione Ibrida, la Ampera rinnovata e con batterie più potenti che garantiscono maggiore spunto e autonomia. Pagani porta a Ginevra l’ultima sua versione della Zonda. Peugeot è di fatto ricca delle sue due nuove proposte di fascia media, la 3008 e la 5008, belle, moderne e funzionali, che hanno le potenzialità per coprire una bella fetta del mercato. Porsche arriva a Ginevra con la Panamera rinnovata, più dinamica e leggera, ma anche con declinazioni di modelli esistenti potenziati e dalle nuove configurazioni. Ci sarà forse qualche bozzetto della futura 911 al debutto nel 2019. Renault oltre a ripresentare la gamma dei monovolume Scénic e Espace, può vantare una varietà di modelli giovani davvero ben distribuita, dalla Clio alla Talisman, passando per la Captur che proprio a Ginevra debutterà in una nuova veste grafica e qualche miglioria. Alla Seat sono ansiosi di mostrare l’ultima Ibiza, nuova per stile e contenuti, ma anche la pluripremiata Ateca. Suzuki presenterà la nuova serie della Swift, rivoluzionaria, ma fedele al suo stile.  Concludo con il marchio Toyota, per annunciare della presenza in massa di tutti i modelli Hybrid del marchio Giapponese, ma anche tra questi dell’utilitaria, moderna e sempre convincente che ha debuttato proprio in questi giorni, la Yaris alla sua ultima evoluzione. Ho tralasciato alcuni marchi che presenteranno perlopiù nuovi motori, come Volkswagen e una gamma completa. Ci saranno tanti prototipi ed esercizi di stile.

Noi della Ragnatelanews saremo li a documentare, fotografare e scrivervi tutto ciò che vedremo e le nostre impressioni. Aspettateci e/o comunque venite, ne varrà sicuramente la pena.

 

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: