Pannelli solari sulle future Hyundai e Kia, il futuro è adesso

Il gruppo coreano sta cercando nuovi modi per ridurre le emissioni di CO2 ma anche per avere supporti al funzionamento di comandi principali (motori hybrid) e secondari all’interno dell’auto. Per fare ciò si affida a supporti fotovoltaici. Non è la prima volta che ciò accade, ma è la prima volta che si promette l’applicazione nelle auto di serie tra meno  di due anni.

Poco tempo fa avevamo affrontato l’argomento del fotovoltaico e la sua applicazione all’interno delle nostre città. In Francia si sono fatte strade costituite da pannelli fotovoltaici con grandi doti di aderenza e drenaggio dell’acqua. In Svezia intere facciate degli edifici, così come le persiane delle finestre diventano pannelli solari. Un’energia pulita, che con un discreto investimento iniziale si ripaga entro poco tempo e porta benefici ambientali ed economici in brevissimo tempo. Ora l’applicazione sulle auto. Anche questa non è una novità, però l’aver compreso l’importanza e la possibilità di applicarlo su oggetti comunque spesso fermi sotto il sole è un segnale  di una  grande sensibilità  per uno  sviluppo pro-ambiente.

Tornando alle auto,  i livelli massimi previsti, ammessi di CO2 stanno imponendo scelte che portano alla riduzione del consumo di anidride carbonica e le emissioni in genere. Questo è l’obiettivo che il gruppo coreano Hyundai (Hyundai e Kia) vuole riuscire a raggiungere sviluppando soluzioni pulite che sfruttino l’energia solare. Nello specifico, i pannelli fotovoltaici situati sul tetto e sul cofano  producendo  energia elettrica. L’energia creata viene quindi immagazzinata nelle batterie o utilizzata direttamente.

I pannelli fotovoltaici  installati sul tetto potranno essere in grado di fornire tra il 30 e il 60%  di carica supplementare  per le batterie di un’auto. Una percentuale molto interessante, che comunque, al momento riguarda i soli veicoli Hybrid. In ogni caso tale tecnologia potrà essere applicata – abreve su tutte le vetture. Intanto però diminuiranno i tempi di ricarica  per le auto in sosta presso le colonnine di ricarica, un piccolo passo in avanti, verso – a detta della Hyundai – di una successiva rivoluzione. 

Successivamente anche i  veicoli  a propulsione termica  potranno usufruire di tetti in vetro fotosensibili che inglobano i pannelli solari.  La quantità di energia recuperata potrebbe quindi supportare la batteria (ricaricandola) e  alimentare tutti i sistemi elettrici secondari o che altrimenti – a veicolo fermo – non potrebbero funzionare.  Un supporto che potrebbe essere utile per  il confort di vita nella  vettura e  per contribuire a ridurre i consumi e le emissioni nocive.

I pannelli fotosensibili, fotovoltaici dovrebbero essere istallati di serie già dal 2019. alcuni modelli ibridi del gruppo “dopo il 2019”, dapprima per alcune limitate funzioni delle vetture a trazione elettrica e successivamente in tutta la produzione del colosso sud-coreano.

L’uso di pannelli solari sulle automobili non è di per sé una novità assoluta. Gia la Toyota, ma molti altri Brand più piccoli, Sono Motors, ad esempio, ne hanno sperimentato con successo l’applicazione. Una nuova pagina, del futuro (pulito) è più vicino a noi.

Share

Commenti

commenti