Opel in grande crescita dopo l’acquisizione da parte del Gruppo PSA

Opel ormai fa parte di Groupe PSA da dodici mesi ed è sulla strada giusta per scrivere la storia di una rinascita.  scorsa settimana la Casa ha comunicato un profitto semestrale  di 502 milioni di euro

L’azienda ha raccolto le forze, sfruttato le sinergie e liberato tutto il potenziale del marchio. Grazie a PACE! Opel diventerà una società in grado di produrre utili,  puntando molto su l’elettrificazione dei suoi modelli e più in generale su una produzione che, modello dopo modello, si sta rinnovando.

Molti dei modelli in produzione solo pochissimo tempo fa si stanno andando sostituendo con prodotti di maggiore Appeal, più moderni e che sfruttano al Massimo le sinergie con i prodotti del Gruppo PSA. Lo stesso Ceo della Opel/Vauxhall ha espresso piena soddisfazione e anzi si è detto onorato e quasi in obbligo con il produttore transalpino.  Ora i nuovi prodotti, dalla GrandLandX alla CrosslandX sono vetture che incontrano i gusti degli utenti. A breve ci sarà il rinnovo completo della gamma, l’allineamento continua.

Opel realizzerà profitti e investirà nei vari siti aziendali. Dopo poco meno di un anno dall’ingresso in Groupe PSA, Opel/Vauxhall torna a vedere il segno più. Il margine operativo ricorrente nella prima metà del 2018 è pari al 5 per cento.
Questo risultato dimostra senza dubbi che il piano PACE! sta funzionando. La competitività degli stabilimenti di produzione in tutta Europa è migliorata significativamente. Insieme alle parti sociali, la dirigenza Opel ha stipulato accordi sulla performance in tutti i siti europei.
Ciò, infatti, ha portato a decidere investimenti e allocazione di prodotti in Europa.

Un esempio è la nuova Corsa che, anche in versione elettrica, sarà prodotta esclusivamente presso lo stabilimento spagnolo di Saragozza. La prossima generazione di Vivaro uscirà dalla linea di assemblaggio di Luton in Inghilterra a partire dal 2019. Il SUV Grandland X sarà prodotto ad Eisenach dalla metà del prossimo anno, compresa la versione ibrida che sarà presentata nel 2020. Sono state annunciate nuove assegnazioni di prodotti anche per gli stabilimenti che producono motori e trasmissioni a Tichy (Polonia), Aspern (Austria) e Szentgotthard (Ungheria). I particolari relativi agli investimenti previsti per Rüsselsheim e Kaiserslautern saranno annunciati a tempo debito.

Una vera integrazione logistica nella produzione, tra Opel e PSA che si riflette anche in ambito tecnico.
Il Centro Tecnico di Rüsselsheim ha un ruolo importante per l’azienda e porta i tipici punti di forza Opel nella rete di sviluppo globale del gruppo. Con 15 Centri di Competenza per i diversi settori tecnologici e la responsabilità dello sviluppo dei veicoli commerciali leggeri e della prossima generazione di motori benzina quattro cilindri, il Centro Tecnico di Rüsselsheim assume responsabilità globali per l’intero Groupe PSA. Le competenze dei vari team si completano reciprocamente all’interno della rete globale, a vantaggio di tutti e cinque marchi del gruppo (Opel, Vauxhall, Peugeot, Citroën e DS Automobiles). In futuro ogni nuova Opel/Vauxhall sarà sviluppata a Rüsselsheim.

Il successo dei nuovi modelli – l’elettrificazione della gamma prodotti. La collaborazione tra i team di sviluppo è stata accolta con grande entusiasmo dai clienti. Grazie a Crossland X, Mokka X e Grandland X, Opel/Vauxhall ha un ottimo posizionamento nel mercato dei SUV, che sta crescendo rapidamente, ed è tra l’altro al vertice del segmento SUV B in Europa. Con la famiglia X, i marchi Opel e Vauxhall  contribuiscono al successo dell’offensiva di Groupe PSA nel settore dei SUV. Nella primametà del 2018 i due marchi hanno venduto 167.200 unità di questi modelli.
Continua l’offensiva di prodotto di Opel/Vauxhall in Europa. Dopo il lancio della sportiva Insignia GSi, nella seconda metà dell’anno la Casa lancerà anche la versione GSi di Corsa. Anche i nuovi Combo Life in versione per il trasporto di passeggeri e il veicolo commerciale Combo contribuiranno in modo significativo alla crescita del marchio. E il prossimo anno arriverà la nuovissima Corsa, con una versione elettrica a batteria a partire dal 2020, il che significa che in quell’anno Opel/Vauxhall avrà già ben quattro veicolielettrici nella propria gamma. Nel 2024 in Europa per ogni modello della gamma saràdisponibile una versione elettrica, a batteria o ibrida plug-in. Questo risultato sarà possibile
grazie all’adozione delle piattaforme multienergy di Groupe PSA.

Share

Commenti

commenti