Opel Grandland X è arrivata l’auto del nuovo corso

Poco più di vent’anni fa Opel presentava in Europa la Frontera il primo SUV Europeo dopo tanti anni (anche se di derivazione Isuzu)  che ci mise molto poco  ad imporsi essendo una vettura dalle discrete doti stradali pur permettendo dei percorsi Off-Road. Apparteneva ai SUV, non quelli costosissimi ma contribuì decisamente al lancio di una particolare maniera di intendere le Auto. Poi ci fu la Antara, che mostrò a tutti come i SUV potevano essere anche auto per la vita quotidiana diventando un’auto elegante e di fatto un Crossover. La tradizione Opel in fatto di Crossover è passata attraverso accordi commerciali e tecnici volti a proporre prodotti sempre di altissima qualità. Con  Chevrolet prima, ed ora con il Gruppo PSA l’evoluzione passa oggi attraverso nuovi modelli ancor più sicuri, efficienti e tecnologicamente avanzati. Dopo la piccola Mokka e Crossland X, oggi vede la luce il modello che dovrebbe dare nuova linfa per Opel in questo segmento. Gli elementi ci sono tutti. Dobbiamo aspettare la risposta del Mercato.

Linee moderne e dinamiche, un aspetto off-road di tendenza e la seduta rialzata con l’eccellente visibilità tipica dei SUV, accanto a un lungo elenco di tecnologie di vertice e tanto spazio e comodità – ecco il nuovo Opel Grandland X. Il nuovo modello della Casa di Rüsselsheim si inserisce alla perfezione nel segmento dei SUV, in forte ascesa, anche grazie a un interessante rapporto prezzo/prestazioni. Il nuovo Opel Grandland X debutterà in anteprima al Salone Internazionale dell’Automobile (IAA) di Francoforte a settembre e sarà nelle concessionarie subito dopo la manifestazione.

Una collaborazione con Peugeot Citroen, il Grandland X riprende la piattaforma EMP2 già in uso su Peugeot 3008. Il Grandland X misura 4,48 metri di lunghezza e gode di un passo generoso, 267 cm. Può ospitare comodamente cinque persone. Il vano bagagli è anche più convincente con un volume di carico che varia da 514 a 1652 litri.

Il  comparto motori può contare su unità di origine  Peugeot, e sicuramente, tra i migliori del segmento. Il Benzina 1.2 Turbo iniezione diretta, interamente in alluminio 130 CV con una coppia massima di 230 Nm a 1750 giri / min (consumo NEDC: 6,0-6,4 urbano l / 100 km, extraurbano 4,5-4,9 l / 100 km, misto 5,1-5,5 l / 100 km, 117-127 g / km CO2).  C’è poi il 1.6 diesel 120 CV, che offre una coppia massima di 300 Nm a 1.750 giri / min (consumo NEDC: urbane 4.7 a 5,1 l / 100 km, extraurbano 3,5-4,2 l / 100 km, misto 4,0-4,6 l / 100 km, 104-118 g / km CO2). Entrambi i motori possono avere una trasmissione con cambio manuale o automatico  a sei rapporti. E’ presente, a livello di supporto alla guida il sistema  start / stop

Per la guida su strade sterrate, il Grandland X sfrutta tutte dei molti sistemi di assistenza alla guida, controllo elettronico della trazione Grip control e l’opzione all’interno del pacchetto All Road, ma anche per la presenza della trasmissione full vita.

Il Grandland X ha una dotazione di supporti attivi alla guida estremamente ricca. Ci sono intgrazioni tra il sistema multimediale, i supporti per la sicurezza e il comfort: c’è  l’avvertimento preventivo di collisione frontale imminente,  con frenata automatica e rilevamento dei pedoni, rivelatore di sonnolenza,Assistente al parcheggio avanzato e Telecamera con visione a 360°  -a richiesta sull’allestimento Innovation – sono solo alcuni esempi. I sedili ergonomici certificati dall’associazione di esperti di postura AGR (a 650 euro per entrambi i sedili anteriori), il volante riscaldabile, i sedili riscaldabili anteriori e posteriori e il portellone che si apre con un semplice movimento del piede assicurano il massimo comfort. Il tetto panoramico in vetro disponibile a 900 euro inonda l’abitacolo di luce e consente di ammirare il cielo mentre si viaggia.

In tipico stile Opel, chiunque viaggi su Grandland X può godere della massima connettività grazie all’ultima generazione di sistemi IntelliLink compatibili con Android Auto e Apple CarPlay e al servizio di connettività e assistenza personale Opel OnStar, che ora comprende l’hotspot Wi-Fi1 e nuovi servizi come la prenotazione di camere d’albergo2 e la ricerca di un parcheggio3 . Diventa inoltre possibile ricaricare il proprio smartphone in modalità wireless grazie a un sistema di ricarica induttiva. Gli appassionati di musica che intendono godere della massima qualità del suono, possono scegliere il sound system premium Denon con otto altoparlanti e un subwoofer per 850 euro.

La Grandland X monta i fari Adaptive Forward Lighting (AFL) con LED, estremamente potenti. Funzioni come il cornering light per l’illuminazione delle curve, l’assistente abbaglianti e 1 I servizi OnStar devono essere attivati e richiedono la creazione di un account presso OnStar Europe Ltd. I servizi dell’hotspot Wi-Fi richiedono l’attivazione di un account presso l’operatore di rete. I servizi sono soggetti a costi dopo il periodo di prova. Tutti i servizi sono soggetti alla copertura e alla disponibilità di reti mobili

La vettura è ordinabile da subito a partire da 26.000 euro (prezzi chiavi in mano in Italia, IPT esclusa), ed è dotata di serie di numerosi equipaggiamenti, tra cui l’Allerta in caso di involontario superamento dei limiti di carreggiata (Lane Departure Warning), il Riconoscimento dei segnali stradali relativi ai limiti di velocità (Speed Sign Recognition), l’Assistenza alla partenza in salita (Hill Start Assist), la Radio R4.0 con Bluetooth per telefonare senza impegnare le mani, il climatizzatore con filtro antiparticolato e antiodore, i sedili comfort con numerose possibilità di regolazione e sedili posteriori abbattibili separatamente (40:60).

Opel OnStar è di serie già a partire dall’allestimento Advance.

Dimensioni:  lunghezza 448 cm; passo 267 cm;

Chi desidera avere ancora più potenza deve pazientare ancora un po’, nei prossimi mesi Opel amplierà la gamma di motorizzazioni di Grandland X. Il Grip Control elettronico a richiesta trasmette la potenza alla strada in tutta sicurezza, garantendo la massima trazione in qualsiasi momento dell’anno e su qualunque superficie. Il guidatore può scegliere tra cinque modalità di guida. Il sistema adatta la distribuzione della coppia alle ruote anteriori, consente lo slittamento delle ruote se necessario e, in abbinamento alla trasmissione automatica, regola i punti di cambiata e la risposta dell’acceleratore. In questo modo la vettura dispone sempre della migliore trazione e mantiene stabilità e maneggevolezza, indipendentemente dal fatto che Grandland X stia viaggiando sulla neve, sul fango, sulla sabbia o sul bagnato.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: