Nuova si, ma questa BMW X4 ha perso tanto fascino

Apparsa  sin da subito,  quando ancora  giravano le auto camuffate che anticipavano la nuova X3, l’auto è un progetto parallelo che di fatto riprende i contenuti tecnici della sorella SUV-Crossover, e li ripropone nella versione con la coda. La prima serie  della X4,  ha avuto una carriera molto breve. Il modello che segue, quello presentato in questi giorni, è destinato a durare molto più al lungo nel tempo. (vallo a raccontare a chi ha appena comprato una X4 spendendo da un minimo di € 50.000 fino a  € 72.000).

  

Apparsa nel 2014, la serie precedente è già in fase di pensionamento. I motivi sono molto semplici. Malgrado la X4 non sia  stato affatto un fallimento commerciale, (anzi abbia trovato molti appassionati di una linea diversa da tutti gli altri SUV),  pur  ricordando la X6, è più snella e piccola, meglio gestibile, ma con tutta la tecnologia più moderna BMW.

 

Al Motor Show di Ginevra potremo ammirarla, poi la prossima estate arriverà nel nostro Mercato.  Mentre la  generazione precedente aveva  ripreso il pianale della vecchia X3, come anche il suo schema meccanico, la nuova X4 segue sempre le orme dell’innovativa Crossover Bavarese. Motore anteriore trasversale e un sistema costruttivo inedito e moderno.   Il marchio della Elica ha dovuto prendere una decisione tecnicamente più facile, ma che  comprometteva la sua immagine. Utilizzare impianti comuni e condividere buona parte di una catena di montaggio è economicamente e tecnologicamente una scelta più facile che dover sdoppiare i costi di tecnologie e materiale differente.  La precedente versione ricalcava un tecnologia ormai presente da qualche anno e che non rispondeva più a determinati standard di sicurezza attiva e passiva, confort  e facilità di guida.  BMW promette anche un comportamento più dinamico, grazie a un baricentro più basso e carreggiate allargate.

C’è chi associa il posteriore della nuova X4, alla Glc Coupè Mercedes, ma anche all’Alfa Stelvio. In effetti la parte posteriore è davvero “poco riuscita”.  I tre quarti posteriori, ricordano la serie 5 GT, che tutto può dirsi  tranne che sia bella. La X4 non è Bmw, è stilisticamente “di rottura” col passato, ma quasi a volerne allontanare la discendenza. Assomiglia più a quei prodotti con cui è direttamente in concorrenza. Non mi piace e sembra posticcia, come se non sapessero come finirla.

Misure:

Anche le nuove proporzioni del “SUV-coupé” BMW adatto alle famiglie contribuiscono a cambiarne l’aspetto.  E’ di 3 cm più in bassa di prima, è anche più lunga di 8 cm, per raggiungere 475 cm in totale,  più largo di 4 cm. (precedente versione: 467/188/162 cm).

Per quanto riguarda la plancia,  nulla di nuovo, abbastanza scontata nel perfetto stile Bavarese, con, con la sua strumentazione digitale, con schermi touch da 10,25” pollici.

Nonostante le misure incrementate, il peso si è ridotto di 50 kg. La X4 2018 cerca di essere più sofisticata, comoda e sicura rispetto alla  precedente versione, con il suo sistema di protezione contro gli urti laterali,   assistenza nel mantenimento della corsia combinato con il cruise control attivo. Aumenta anche il volume di carico di  25 dm3 su un totale che parte da 525 dm3, incrementabili abbattendo i sedili posteriori.

.

In attesa di un X4 M per un esemplare senza precedenti, due versioni giocano la carta sportiva all’interno della gamma, grazie a specifiche impostazioni del telaio e dello sterzo . C’è un lato X4 M40i, un sei cilindri in linea a benzina 3.0 turbo che trova alloggiamento sia sulla X3 e ora anche sulla nuova X4, per la versione Diesel abbiamo la a M40d, un sei cilindri 3.0 326 CV . Il 2.0 a quattro cilindri, tuttavia, dovrebbe rappresentare la maggior parte delle auto richieste. Si articola su combinazioni e allestimenti per tutti i gusti, permettendo al contempo, prestazioni di tutto rispetto (ma consumi davveri ottimi). La X4 x Drive 20i, è già forte dei suoi 184 CV. C’è poi la  x Drive 30i, da  252 CV, mentre per gli allestimenti con propulsore diesel si potrà scegliere  tra la x Drive 20 d e x Drive 25 d 190 CV o 231 CV .

Tutti i suoi motori sono inevitabilmente associati a trazione integrale e un cambio automatico a otto rapporti, che aiuta a gestire un mezzo xhe pun prezzo piuttosto salato: la nuova X4 parte da € 50.700 x Drive 20 i benzina versione Lounge. E ‘sicuramente più “economica” rispetto alla pari-livello della versione precedente.

Per quanto riguarda il concorrente più diretto, il GLC Coupé Mercedes, parte dai  55. 399 € , con un 2.0 turbo a benzina da 211 CV come un’offerta di accesso.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: