Nuova Renault Clio, l’evoluzione svelata nel 2019

La Renault Clio IV è sicuramente tra le auto che meglio hanno rappresentato l’evoluzione di un Segmento, il B, che un tempo contava le utilitarie. Oggi le auto più che per dimensioni possono identificarsi per allestimenti, oltre che per dotazioni meccaniche, tecnologiche e di supporto alla guida, attive e passive. La Clio è in continua evoluzione. Dal primo modello del 1990 è passato tanto tempo e tanto è cambiato sia sottopelle, che negli interni, nel confort, nelle prestazioni e sicurezza. A parte il nome questa evoluzione non è terminata, è in corso, ogni anno con affinamenti e aggiornamenti. Il prossimo anno arriverà quella che potremo definire Clio V (ancora non è certo se evoluzione dell’attuale), e le novità non mancheranno.

La Clio è la best-seller per il marchio Renault, ogni cambiamento, ogni novità segnano un passaggio un riferimento, qualcosa da acquisire e che determina l’evoluzione oltre che di un modello, dell’intero marchio. La Clio è da sempre il modello trainante e così facendo diventa anche il modello da cui si parte per una nuova avventura.

E’ una vettura che deve dare garanzie, riferimento significa anche questo. Gli elementi devono essere sicuri, ben fatti. Gli interni, accoglienti secondo gli standard richiesti oggi. L’impianto Infotainment evoluto, facile e contenente sempre più funzioni ed informazioni. Tutto deve essere collegato e collegabile, ricaricabile, utilizzabile. Ci devono essere i supporti attivi e passivi per la sicurezza. La sicurezza passa anche per la struttura che deve proteggere dentro e fuori. I sedili, come i pannelli porta, ma anche le plance devono assorbire, ma salvaguardare chi sta dentro l’auto. I nuovi riferimenti moderni parlano anche di impatto zero. I modelli in uscita devono prevedere la variante Hybrid (la nuova frontiera per poter circolare nei centri urbani). L’inquinamento da batterie non è ancora trattato, ma ci si arriverà. Il mercato però oggi richiede le vetture elettriche e anche la nuova Clio avrà una variante elettrica. La Renault con Zoe ha fatto tanta esperienza sul settore, e non è seconda a nessuno.

 Al prossimo Salone di Parigi, previsto per il 04-14/09/2018 probabilmente ne vedremo la veste definitiva.

La nuova Renault Clio  dovrà rispettare almeno cinque punti chiave

  • Stile esterno nella continuità del Clio 4, nessuna rottura estetica attesa, comprese le dimensioni.
  • Versione ibrida prevista tramite un sistema  simile a quello presente oggi su Scénic.
  • Nuovo design  all’interno. Strumentazione completamente digitalea doppio schermo come sugli ultimi modelli. Gli interni Renault saranno all’altezza degli standard esterni. e “.
  • La guida parzialmente autonoma, Park Assist, un nuovo sistema multimediale e un ampio touchscreen che va dalla posizione di guida (strumentazione digitale) al centro del cruscotto dovrebbero essere all’appuntamento.
  • Assenza di motore diesel? Improbabile (anche è la tendenza del momento), ma Renault può offrire diverse configurazioni del suo celebre motore.

Foto nuova Clio 2018

La Clio 5 come accennato è già per le strade di tutta Europa per test con vetture  camuffate.  Si presume che sarà basata sulla nuova piattaforma CMF-B, compatibile con un sistema di micro-ibridazione proprio come quello che è stato fatto sulla Scéenic. La Renault probabilmente prevederà una Clio completamente ibrida, per creare una serie di modelli paralleli di tutte le Categorie. Ciò andrà -nel tempo – a isolare un modello specificatamente creato come la Zoe, destinata, nel tempo a sparire a vantaggio delle auto di serie già predisposte alla ibridazione.

Il Design:

Lo stile e il design dovrebbero ricalcare un’idea di continuità. Ci saranno elementi di richiamo all’attuale produzione Renault, e ancora, un’evoluzione stilistica che muterà i riferimenti stilistici dell’intero marchio.

Evoluzione aerodinamica, riduzione del peso, aumento della sicurezza attiva e passiva.

 

Uscita:

Ci si aspetta che l’arrivo del nuovo modello ci sia per fine 2018, come accennato come evento clou del salone dell’auto di Parigi. Sui mercati dovrebbe debuttare nel primo trimestre 2019, in concomitanza con un altro arrivo eccellente, la nuova piccola di casa Peugeot.

Share

Commenti

commenti