Nissan Qashqai 2018, iniziata la produzione

Si tratta di un Restyling più importante di quello che potrebbe sembrare ad una prima occhiata. Per i suoi primi dieci anni Qashqai  si presenta con un nuovo frontale  dominato  “V-motion” che sta segnando un po’ tutti i prodotti di ultima generazione della casa Giapponese.  Cambia il frontale anche per i paraurti, ora  più importanti, ricercati e rifiniti, con prese d’aria più estese sia lateralmente, che frontalmente. Cambiano i fari ora con elementi Full-Led e modifiche per le luci diurne. Nella parte posteriore i cambiamenti sono invece più limitati ad una diversa colorazione dei fari. Anche qui cambia il paraurti, con elementi satinati. Lungo le fiancate ci sono sono delle variazioni di dettaglio, e gli specchi grigi satinati. Tanto lavoro invece all’interno con l’adozione del nuovo volante multifunzione, nuovi materiali per la plancia, ma anche un diverso design per il nuovo sistema multimediale “Nissan Connect” di nuova generazione con interfaccia utente aggiornata e un sistema audio Bose a sette altoparlanti.

L’aspetto  sicurezza è uno degli elementi distintivi di questa nuova serie del popolare Crossover,  che riguarda più ciò che c’è sotto e dentro la vettura, rispetto all’estetica. Primo tra tutti il già citato Nissan Connect, al quale sono collegate tutte le funzionalità attive o passive per la sicurezza e il supporto alla guida.

Il ProPilot è il primo sistema di guida autonoma  della Casa.  Questo sistema guida, frena e accelera autonomamente in autostrada. Provvede a frenare autonomamente per il mantenimento della distanza e in caso di pericolo. E’ presente un allarme posteriore in manovra (alle basse velocità quindi e in retromarcia) e nel  traffico. C’è  il riconoscimento dei pedoni e dei segnali stradali, l’avviso di recupero dell’attenzione del conducente in caso di colpi di sonno, l’avviso del cambiamento di corsia e il recupero della stessa sul volante. Il sistema di videoassistenza sui quattro lati in manovra. Finalmente gli specchi retrovisori esterni attivi, per il punto cieco e per l’avviso di sopravvenienza di un mezzo in sorpasso.

I valori in campo sono di un vero up-grade, la vettura proposta nel Mercato (la commercializzazione avverrà da settembre), presenta un’auto nelle forme praticamente più che nota, ma che nei contenuti è di livello nettamente superiore.

L’auto migliora nei materiali interni più ricercati. Nuovi i sedili e le personalizzazioni che ne distinguono le versioni. Lo spessore dei vetri è aumentato per un isolamento migliore. Diverse le sospensioni che presentano nuovi sistemi di smorzamento e rumorosità (NVH), che migliorano si la risposta, ma anche il confort di guida.

Le ruote in lega hanno diverse  dimensioni da 17/18/19 pollici a seconda della versione d’allestimento e degli optional scelti.

Il modello  a breve in listino, si presenterà con la medesima gamma di motori già noti. La famiglia dei “Powertrain” sarà ancora Benzina e Diesel e comprenderà comprenderà due unità turbocompresse un motore da 1,2 litri e più potente da 1,6 litri per i benzina .

Per i diesel ci saranno ancora lo storico tdi 1,5 litri accompagnato dal più potente 1,6 litri.

Asseconda della versione prescelta, sarà disponibile la trasmissione automatica a sei rapporti. Altre versioni verranno successivamente con la trasmissione CVT.

GALLERIA:

Commenti

commenti