Monociclo elettrico, ancora non si impone, ma potrebbe essere una soluzione

 

Per raggiungere posti non troppo lontani da casa, ci potrebbe interessare un prodotto, non ancora diffuso ne conosciuto qui da noi, ma che all’estero, sopratutto in America, ma anche in Francia e Germania ha preso piede. E’ un monociclo a trazione elettrica che affida  un sistema di giroscopi che lo fa spostare   in base al nostro equilibrio. spostandosi in avanti,  cammina; oppure si arresta se arretriamo col corpo. Ha tanti sensori che permettono il mantenimento dell’asse e una serie di luci che lo identificano anche alla sera. Può esser trasportato come una valigia e quindi portato su bus e metro (non è però leggerissimo, varia dai 8.5 kg ai 12 kg. Molto dipende dalle batterie e dalla relativa autonomia). Al termine della corsa basterà accenderlo e una volta abbassate le pedane ripartire. Può superare piccoli ostacoli (ma non ama i marciapiedi), bisogna porre molta attenzione a dossi, rami o buche, perché è molto facile cadere.

Il principo di funzionamento è simile a un Segway, ma ci sono differenze evidenti. Ha delle app per Android e IOS, attraverso il quale è possibile configurare il monociclo, accendere le luci, vedere il livello della batteria, a km percorsi. Sempre attraverso lo schermo del proprio smartphone si possono attivare i fari e le luci di posizione.  Nella medesima applicazione sono visibili il livello della batteria e la relativa autonomia, i Km percorsi. Sul display sono indicati anche segnali di avviso e gli stessi sono comunicati anche attraverso vibrazioni o segnali audio. Il medesimo sistema di comunicazione c’è per avvisare quando il livello di carica della batteria è al di sotto del 10%.

Tante altre funzioni possono essere impostate e modificate attraverso lo smartphone, che diventa apparecchio di supporto del monciclo. Le interfacce possono prevedere  l’angolo d’inclinazione massima, attivare e disattivare le luci, impostare la sensibilità del pedale per regolare l’accelerazione o la frenata in base al peso, impostare o cambiare i suoni o la musica. Attraverso le App, è possibile effettuare la diagnostica e d eventuali problemi dell’apparecchio. Con lo stesso si può attivare un allarme.

La velocità massima (limitata) del monociclo è di 18 km/h ed è presente un sistema di ricarica intelligente grazie ad un sistema di frenata rigenerativa che entra in funzione nelle frenate, in discesa e negli avvallamenti.

L’utilizzo più corretto necessita di un periodo di apprendimento. Non è infatti così facile come possa sembrare usarlo. Come tutti i veicoli che hanno meno di tre ruote, l’equilibrio è qualcosa che si riesce a raggiungere poco alla volta. In questo caso poi la ruota è singola (anche se supportata da sistemi per il mantenimento dell’equilibrio) è necessario imparare a frenare e ruotare con il corpo, partire (e anche salirci), accelerare e mantenere la velocità.

Il Salire, che si potrebbe pensare atto ovvio e naturale, è invece il momento più difficile.

  • I monocicli elettrici  sono forse il futuro per il brevi tratti, negli spostamenti urbani. Non hanno bisogno di patenti, bolli, assicurazioni ne pedaggio per la sosta. Si possono ricaricare in casa da una comune presa elettrica. Forse quelli presenti oggi in commercio  sono ancora prodotti definibili “prototipi” per ciò che potrebbe essere la mobilità del futuro. Hanno una discreta facilità d’impiego, trasportabilità ingombro. Una nota a loro favore riguarda l’impatto ambientale pari a zero. E’ un motivo in più, sopratutto con la bella stagione di provarli e magari innamorarsene.

schede tecniche:

Velocità massima: 18 Km/h

Batteria: 350 Watt/450 Watt (secondo i modelli)

Peso: dagli Kg 8.5 ai Kg 12.5 (ne risente l’autonomia)

Autonomia: 20/30 Km (a differente velocità)

Struttura: Magnesio e Vetroresina (PVC), pedane alluminio: Cerchio 16” in alluminio

Gomma: bassa pressione ad alta aderenza (oppure doppia affiancata)

Illuminazione frontale con faro/i a Led (taluni hanno uno switch automatico su luci anteriori e posteriori)

Connessione Bluetooth che mostra la durata della batteria e la velocità+ informazioni aggiuntive secondo i modelli.

Opzionale: Maniglione tipo trolley/ Altoparlante per musica e-o segnalazioni/ ruote laterali

Ci sono davvero tanti Marchi che si sono gettati in questa nuova sfida. Dopo il parziale insuccesso degli Hoverboard, che sono diventati più un gioco per bambini che altro, il Monociclo sembra essere una cosa più valida e pratica.

Ninebot One E+

Fastwheel

Monorover R1 132Wh

Dekota Airwheel X3

Inmotion V3Pro (quello che mi è piaciuto di più).

 

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=s_KFIT8nWF8[/embedyt]

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=qYG8Ll7J15g[/embedyt]

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: