La nuova Ammiraglia (?) di Renault: Espace 2015. Di più!!!!

nuova_renault_espace_prime_foto_27244

Non ha più le fattezze del monovolume, ma non è neppure un vero crossover. La nuova Espace si presenta così. Bella, grande, sembra aver preso spunto dalla Scenic ed aver sviluppato delle proprie linee quasi a delineare un carattere proprio.  Un riferimento senz’altro. Un punto dal quale definire tutta una serie di modelli a creare una nuova famiglia di vetture. Nervature, linee tese,  lamiere concave e poi convesse. Parafanghi larghi e ruote grandi e comunque quella sensazione di essere elevati, sopra tutti gli altri. Ci sono dei richiami a diverse tipologie di veicoli. D’altronde Renault è da sempre sinonimo di novità, le scelte più ardite e originali le dobbiamo alla casa transalpina. Innovazioni che hanno lanciato mode e caratteristiche che hanno segnato dei veri e propri punti di svolta.

renault-espace-2015-30-11334438mkmqe

Anche questa vettura appartiene a qualcosa di nuovo. L’orientamento è quella di avere auto alte e capienti. Benissimo. La tendenza è quella di essere sopraelevati. Perfetto. L’idea di solidità è insita nelle auto con gomme generose tali da infondere una sensazione di essere incollate a terra e avere un’ottima tenuta. Ci sono. Il carattere si definisce non solo da una spiccata originalità, ma anche dal saper fondere le esigenze, le forme e capire quelle che possono essere le linee guida per una nuova auto.

La Espace non è solo una nuova auto, ma possiamo definirla l’Auto Nuova, come l’auto che non c’era.

L’interno ricalca le medesime caratteristiche dell’esterno. Cioè combinare tutte quelle che statisticamente possono essere l’esigenze di un’auto di una categoria superiore in ordine al comfort, alle rifiniture, ai sistemi di supporto non solo alla guida ma a tutto ciò che rappresenta vivere la realtà automobilistica moderna. Dalle poltrone, più che sedili, ai sistemi di intrattenimento e infotainment, al climatizzatore fino alle minime rifiniture che si possono scoprire nella preziosa ma funzionale plancia. Renault ha voluto creare qualcosa che andasse oltre. Non l’espressione dell’eleganza massima, ma il massimo del comfort in una sobria, dinamica ma nuova ottica.

pizap.com14293065151051

ottica e luce e vista, sono elementi che congiungono un cerchio ideale tra vetri e luce esterna e sistemi visivi. I vetri sono ampli e amplificano gli spazi interni, donano una bella sensazione di spazio… che poi è veramente tanto. L’auto può usufruire di molti punti luce interni e quelle sottili evidenziazioni notturne che pervadono ormai ogni dove, tra padiglioni e sportelli o ancora zona gambe fino alle parti esterne all’auto.

La nuova Espace è un’auto importante.

Le sue misure sono da vera ammiraglia 4.86 di lunghezza, per 1.89 di larghezza. L’altezza poi è di 1.68, ma ciò che da un segno dell’evoluzione dell’auto è il passo di ben 2.88 che si traduce in spazi ampi all’interno (tanto da prevedere i sette posti). Dell’altezza da terra ne abbiamo accennato all’inizio, forse l’unica cosa lasciata al perdurare di questa moda dei Crossover (che poi ciò va pure a svantaggio dei flussi dinamici sotto alla vettura),  ma in questo caso è la moda a dettar legge e il fattore mercato si è fatto sentire.

Nouveau-Renault-Espace-V-2015-06

L’Espace comunque non può non dirsi bella, armoniosa e originale. Tale e tanta originalità la ritroviamo anche nella plancia con il suo nuovo sistema di controllo di tutti i sistemi audio/video/navigazione/telefono/telecamere/manovra/abbattimento sedili e tanto altro. un tablet, ma così grande e infarcito di funzioni, come  ancora non se ne erano visti. Troneggia al centro con le sue dimensioni  di ben 8.7”, verticale e che lascia autonomi giusto i comandi principali del climatizzatore.

Raffinatezze ce ne sono e pure tante. Per esempio ritroviamo su un’auto di questa categoria e le quattro ruote sterzanti. Le posteriori ruotano nella direzione inversa a quella impostata all’avantreno dal guidatore fino ad una velocità massima di 60 km/h, dopodiché lavorano in fase per permettere cambi di direzioni veloci e precisi.

I propulsori: Sono tre i  motori 1.6: l’Energy dCi 160 cv  diesel con tecnologia Twin Turbo 1.6 che è sicuramente l’unità più interessante dal punto di vista tecnico. A questo motore è abbinabile  altresì un cambio EDC a doppia frizione a 6 marce. C’è l’Energy  1.6 dCi 130 cv diesel con comando manuale a sei marce. Per il benzina il monopropulsore è sempre un Energy 1.6 benzina  TCe 200 cv sia manuale che con cambio EDC. Scelta abbastanza limitata per i propulsori e si spera provvisoria data anche la natura di vettura Superiore per il marchio Francese.

Il bagagliaio ha una capacità di 660 dm3 (configurazione 5 posti) può arrivare fino a 2040 dm3 abbattendo tutti i sedili, e invece si può ridurre ad quello di una piccola utilitaria nella configurazione sette posti. Comunque la soluzione ultima permette una sistemazione più che dignitosa anche per gli occupanti dell’ultima fila, che se è vero che si trovano in una larghezza totale inferiore alle altre sedute non lamentano spazi claustrofobici e limitato spazio in altezza.

Screenshot 2015-04-17 20.30.30

Quattro le versioni: Life, Zen, Intens e Initiale Paris.

La dotazione è più che elevata sin dall’allestimento “Base”. Senza star ora a fare un elenco di tutto ciò che è presente nell’auto, è bene sapere che c’è davvero tutto quello che potreste immaginare in una vettura al Top, già dal modello Life. Poi, gli ingegneri francesi, hanno creato tutta una serie di accessori nuovi, alcuni mai visti in una vettura le cui ambizioni sarebbero dovute essere inizialmente quelle di rinnovare il successo – in chiave moderna – dell’Espace, ma che si è trasformato strada facendo. L’auto non può non ambire a diventare una moderna Ammiraglia, pur se non presenta le raffinatezze di Marchi dalla diversa impronta. I tecnici Renault hanno potuto usufruire del supporto Mercedes per nuove soluzioni. Ciò alla base di un accordo di interscambio che li ha visti già coprotagonisti in alcune realizzazioni della casa di Stoccarda. . Anche in considerazione del prezzo iniziale, non poteva essere diversamente. La 1.6 tdi da 130 Cv parte dai 33.000,00

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: