Jeep Compass, bella e perfetta in ogni situazione

jeep-compass17-1

La nuova Compass va ad inserirsi nella fascia media del mercato delle cosidette  C-SUV (SUV compatte). Come anello mancante di un prodotto che potesse coniugare le specifiche necessita di un’auto media, come la Renegade alla Bellissima Grand Cherokee. Di fatto, quale prodotto di fascia medio-alta ci sarebbe in listino la Cherokee, che purtroppo non ha incontrato troppi favori (pur avendo gli elementi – estetica a parte – per sfondare nel mercato). La Compass ha il difficile compito di sostituire la precedente Compass e il Patriot (prodotti “gemelli diversi”). Con la nuova Compass, si rivive un processo di utilizzo di quanto di buono esistente, (pianale allungato e motorizzazioni), aggiornato, alla ricerca di nuovi estimatori. Tanta tecnologia e tanto confort, sistemi multimediali e U-connect con schermo touch.

Le speranze del Gruppo FCA sono quelle di riuscire a far breccia nei cuori degli Americani che non hanno digerito poi troppo  la Renegade, troppo piccola, anche se ha qualità indiscutibili anche per il vero fuoristrada. La Compass dovrebbe riunire tutti sotto una nuova bandiera. Una piccola Gran-Cherokee, che possa essere una veicolo più piccolo ma con adeguate qualità.  Non si nascondono gli intenti. Ci sono elementi di richiamo tipicamente JEEP, e molti particolari che si rifanno allo stile Renegade. Guardando i dettagli dei passaruota, la linea del corpo-vettura, protratta in avanti (motore trasversale) e il montante posteriore, non si può non notare il punto di partenza  del progetto. L’aspetto finale è più che piacevole, gli elementi per il successo anche.  Al posteriore, non si possono non notare – come vuole l’ultima tendenza in fatto di stile – il doppio scarico integrato nel paraurti, insieme in un posteriore, robusto e color antracite, nella parte sporgente, che funge da valida protezione nel fuoristrada (e nei parcheggi).

Perché è importante: Compass è stata, insieme alla Patriot, quel genere di vettura che ha anticipato il concetto ora diffuso di crossover, auto per tutti i giorni che può ambire a superare ostacoli in un fuoristrada leggero, senza velleità di veri Off-Road. Il primo esempio in casa Jeep. Avevano similitudini, nella tecnica, di molte vetture Europee e Asiatiche ma forse  erano troppo spartane per competere stilisticamente e nei contenuti con  (si pensi alla Toyota Rav4 o Hyundai Tucson, Kia Sportage, VW Tiguan, Nissan Qashqai, Honda Crv, Mazda Cx3) auto  più evolute sia per confort, rifiniture e tecniche di livello superiore. Il nuovo C-SUV Compass in arrivo, è invece allineato alla migliore concorrenza. Più grande del MIDI-Renegade, darà del filo da torcere a molte concorrenti giovani e meno giovani. Bisognerà anche vedere che tipo di politica commerciale intenderà adottare il Gruppo FCA.

Motori anche Powertrain: Ci saranno le unità già conosciute in Italia su Renegade e 500x, a anche nuove cilindrate maggiori per cubatura e potenza, consoni al mercato Statunitense. Saranno ben 17 differenti motorizzazioni.  il benzina 2.0 Tigershark da 166 CV e il 2.0 diesel Multijet da 180 CV, entrambi abbinabili al cambio automatico, a sei marce nel primo caso, a nove rapporti nel secondo. In Europa arriveranno anche il 1.4 benzina turbo  e il 1.6 a gasolio tdi. Ma ci sarà (oltreoceano) anche il  2,4 cc a quattro cilindri. Farà forse anche il suo debutto il nuovissimo motore denominato “Hurricane” destinato anche alla futura generazione delle Wrangler. La Trazione può essere anteriore o integrale. Quest’ultima, come da tradizione, con modalità Neve, Sabbia e Fango (anche Roccia per la Trailhawk).

 Le foto circolanti in reteconfermano l’allestimento Trailhawk, il più estremo che si avvalerà di tutti i specifici connotati da Off-Road compresa la tipica colorozione.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: