Jaguar i-Pace presentata agli addetti ai lavori la Crossover sportiva, della rivoluzione elettrica

Si è svolta in questi giorni  in Portogallo una tre giorni Full-immersion per gli addetti ai Lavori del marchio Jaguar, per la nuova I-Pace di prossima commercializzazione. Sono accorsi da tutta Europa per scoprire le caratteristiche tecniche e le nuove doti di un prodotto, ne siamo certi, darà – è il caso di dirlo – nuova scossa, un impulso al Mercato delle vetture elettriche. Un Crossover sportivo ad esclusiva propulsione ibrida. Prestazioni di tutto rispetto e una dinamica di marcia inaspettata. Abbiamo avuto il modo di saperne di più proprio da coloro presenti sul Circuito dell’Algarve.

Jaguar porta in strada il suo  nuovo  suv elettrico, dopo averlo visto in forma di concept già nel 2017 a Ginevra e poi alla presentazione avvenuta poco tempo fa, con le immagini diffusi anche via Web, ecco   un Crossover  basso, che per certi versi – almeno per l’idea che offre – è molto vicino alla E-Pace. Rispecchia (stilisticamente) la filosofia Jaguar. C’è essenzialità ed eleganza, dinamismo e sportività. E’ già ordinabile e arriverà a breve presso i concessionari (da circa € 80.000)

Ha specifiche davvero interessanti. Autonomia di circa 500 Km e l’equivalente di 400 CV di potenza da scaricare sulle quattro ruote attraverso due propulsori. La I-Pace ha due motori elettrici sincroni, montati su entrambi gli assi. C’è così la trazione integrale, con erogazione immediatamente disponibile.

Prestazioni che parlano di un 0-100 km/h è di 4,8 secondi. La batteria, agli ioni di litio, è da 90 kWh ed ha un’autonomia di 480 km. I tempi di ricarica sono di 45 minuti per l’80% con corrente continua da 100 kW e di circa 10 ore con il wall box domestico da 7 kW. L’auto presenta un sistema  di frenata rigenerativa che può essere settata per massimizzare l’efficienza della carica già dal rilascio, fino a quando si agisce sui freni.

I-Pace è una vera sportiva Jaguar. Il suo DNA viene rispettato anche se cambia il propulsore. Nulla che si possa dire rinneghi le origini. Un’evoluzione pura e costante, nel rispetto delle nuove esigenze normative e nel pieno rispetto dell’ambiente.

Progettata in Gran Bretagna, viene assemblata in Austria presso lo stabilimento Magna Steyr, ha una carrozzeria  ovviamente in alluminio, con elementi sintetici.

MISURE: 468 cm di lunghezza; Passo 299 cm Bagagliaio 656/1450 lt.

La distribuzione delle masse è equamente ripartito tra i due assali, che si dividono equamente i due motori. L’andamento della carrozzeria, il cofano motore e le sospensioni, fanno gravare minimamente il peso maggiormente sull’assale anteriore. Per una guida più fluida e una migliore risposta in ogni situazioni, sono previste anche le sospensioni a regolazione elettronica pneumatiche Adaptive Dynamics, che aumentano il confort, ma anche la tenuta nelle situazioni al limite.

GLI INTERNI:

Sono tipicamente Jaguar. Curati, sportivi ma senza ostentazione. Un perfetto connubio tra sportività  ed eleganza. La plancia presenta  pannelli porte con inserti in nero lucido, legno satinato e alluminio lavorato, che ricordano la E-Pace. I posti anteriori sono davvero ben studiati e comodi. Dietro si sta bene nonostante l’inclinazione del tetto da coupé, lo spazio posteriore risulta notevole, grazie alle sedute ribassate che consentono anche di avere una posizione di guida sportiva.

Nuovo il sistema Infotainment  “Jaguar Touch Pro Duo” che permette di avere sotto controllo parametri dell’auto, ma anche tutto ciò che succede intorno ad essa. Ci sono due schermi touch screen,  per i comandi secondari e l’head-up display per la guida. Alexa Skill, è un’app Jaguar che consente di agire sull’auto a distanza per organizzare i servizi di bordo. L’auto permetterà anche di navigare in wireless su internet.

Share

Commenti

commenti