Honda CR-V, il SUV Ibrido sbarca in Italia

Dopo una lunga assenza, Honda torna con un nuovo prodotto ibrido anche in Europa. I tempi sono maturi e la tendenza pare ormai essere indirizzata verso un’integrazione tra motore termico e propulsione elettrica. A partire dal SUV di famiglia, il CR-V, dotato di una tecnologia piuttosto originale.

Abbiamo “incontrato” questo nuovo modello per il Mercato Italiano al Motodays di Roma. Vi accenniamo le sue principali caratteristiche, con l’intenzione – a brevissimo tempo –  di provare le due versioni che probabilmente i consumatori maggiormente richiederanno  – su strada.

La sua tecnologia si chiama i-MMD (Intelligent Multi Mode Drive), e si basa su un propulsore termico con il sistema  i-VTEC 2.0 ciclo Atkinson 145 cv, e una batteria agli ioni di litio (potenza 27 kW / 1,5 kWh di capacità)  + due motori elettrici, di cui uno con funzione di  generatore di corrente e il secondo quale vero e proprio propulsore. A bassa velocità o bassa accelerazione, l’elettrico, alimentato dalla batteria, guida le ruote anteriori (modalità EV Drive).

Quando la batteria è scarica  oppure la richiesta di potenza è superiore a quella che può fornire la batteria, il motore convenzionale aziona il generatore che alimenta il blocco elettrico per la propulsione (modalità Hybrid Drive) e c’è un’integrazione tra i due sistemi.

Nella velocità di crociera in autostrada, superati gli 80 km/h, il motore benzina prende il controllo del sistema di propulsione. La trazione rimane sulle ruote anteriori  (modalità Engine Drive).

La trasmissione alle ruote posteriori non avviene con un propulsore dedicato

La potenza massima (184 CV, e 215 CV quale supporto Hybrid) da scaricare a terra, nella  CR-V viene distribuita tra i due assali, nella versione AWD 4WD, con un classico albero di trasmissione con frizione multidisco per la distribuzione della trazione sulle ruote  posteriori.

—————————————

Disponibile in 5 o 7 posti ma con un solo motore benzina a 1.5 turbo ( 173 CV con cambio manuale a 6 marce o 193 CV con cambio automatico CVT), arriva sulle nostre strade nella versione,  rinunciando alla propulsione  diesel. Motore ancora popolare con noi con il 71% delle vendite di SUV familiari nel 2018.  Avevamo condotto la nostra prova nella precedente versione 1.6 turbo diesel con degli ottimi risultati.

Una scommessa audace in un segmento che dovrebbe aumentare globalmente dell’8% nel 2019. Tuttavia, questo CR-V “verde”, disponibile in trasmissione 4 x 2 o 4 x 4 (+ 2 000 €), che rappresenterebbe il 90% delle vendite del modello secondo il produttore, ha molti argomenti portare avanti.

Honda promette un prezzo “ragionevole” per questo suo modello a larga diffusione. Una ibridazione convenzionale e non di un sistema ibrido ricaricabile che è significativamente più costoso da produrre.

————————

Rispetto alla propulsione tradizionale il motore benzina e hybrid lavorano in maniera differente. intanto nelle  partenze a freddo sorprende , perché  il motore gira sin da subito a una velocità abbastanza elevata, anche per effettuare la ricarica delle batterie. Poi, tutto torna a quanto detto all’inizio. Il Motore benzina 2.0 i-VTEC si rivela una bella unità ed è veramente godibile anche ad alta velocità, fino all’intervento anche del propulsore elettrico per spingere ancora là dove il benzina non ne ha più (per poco, ma con una spinta decisa). I consumi però non sono paragonabili al diesel, malgrado l’integrazione dell’ibrido sono al di sopra, ma rientrano nei parametri tipici di auto di queste dimensioni.

Il cambio di propulsione si avverte solo guardando il display. Si viaggia nel silenzio più totale, isolati e coccolati dal SUV Honda.

In città, in modalità EV Drive, il CR-V si comporta come un’auto elettrica … con un raggio limitato di 2 km. Le partenze sono vivaci perché sono fornite dall’unità di potenza che fornisce una coppia istantanea da 0 giri / min e offre lo stesso silenzio operativo. Inoltre, le parole d’ordine di questo CR-V ibrido che promette e mantiene la massima flessibilità d’uso, sono costanza nei comportamenti, grande confort e un concetto di auto moderna, ecologica e intelligente, come poche.

Torneremo a parlarne con la prova su strada

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: