Stranger Things 4 e Chernobyl? Prime ipotesi sul seguito della saga #Netflix e curiosità sui personaggi di #StrangerThings3

Stranger Things – Netflix con orgoglio fa sapere che in soli 4 giorni la serie che vede protagonista la nuova star Millie Bobby Brown – che ben promette – supera ogni aspettativa e ogni record, venendo visualizzata da quasi 41 milioni di account, di cui 18,2 non hanno perso tempo e hanno terminato subito di vedere l’intera stagione composta da 8 puntate. Stiamo parlando di Stranger Things 3 che ha lasciato letteralmente incollati davanti allo schermo gli impazienti affezionati delle due serie precedenti, portando anche nuovissimi utenti che in poco tempo hanno consumato da capo tutta la trilogia su Netflix. E non solo. Anche se è iniziata solo dal 4 luglio la nuova serie, già si parla della prossima. La tecnica della suspance a fine episodio a quanto pare viene usata anche nell’ultima puntata con la scena post-credit che ci ha lasciato in trepidante attesa della quarta stagione ancora lontana.

Undici – Millie Bobby Brown

Secondo alcuni utenti Reddit che hanno analizzato più punti dell’ultima serie, la prossima potrebbe coincidere con il periodo storico di Chernobyl, ossia la Primavera del 1986 con l’esplosione del Reattore 4 in Ucraina.

Si tratta solo di teorie e molti utenti non l’apprezzerebbero neanche trovandolo forse irrispettoso. Non vogliamo spoilerare la terza serie e quindi ci limitiamo a chiudere qui con qualche foto e curiosità sui personaggi della serie ora in onda!!!

In questa terza serie troviamo anche volti nuovi ma ben noti come quello della figlia d’arte di Ethan Hawke e Uma Thurman, la bravissima Maya Hawke che nel ruolo di Robin si è integrata benissimo nella serie e sta facendo molto parlare di sè. Non vi sveliamo il perché, per non anticiparvi niente… ma fate attenzione al 7° episodio e saprete molto di più sia sul personaggio che sull’attrice.

Maya Hawke

Vogliamo invece parlare dell’investigatore privato Murray Bauman, o meglio dell’easter egg che i fratelli Duffer hanno inserito nella terza serie? Ad un certo punto infatti viene detto il numero di telefono dell’investigatore. Se provate a chiamarlo è reale e vi risponderà la segreteria telefonica con la voce dello stesso Murray (Brett Gelman), che dice: “Salve, avete provato a contattare Murray Bauman. Mamma, se sei tu, per favore attacca e chiamami tra le 5 e le 6 del pomeriggio. Ne abbiamo già parlato, ok? Se sei Joyce, grazie di aver chiamato. Ho provato a contattarti: ho delle novità. Si tratta di… beh… forse è meglio parlarne di persona. Non sono né buone, né cattive notizie, ma è qualcosa almeno”. (interessante per la prossima serie…). “Se non sei né Joyce né mia madre”, continua Bauman nel messaggio della segreteria: “beh, ti senti molto astuto per aver trovato il mio numero, vero? Ti do una notizia: non lo sei affatto. Non sei speciale. Sei solo uno dei tanti, tantissimi imbecilli che mi hanno chiamato a questo numero, e questo messaggio preregistrato sarà l’unico tipo di contatto che riuscirai ad avere con me. Perciò al beep, fammi un favore: attacca e non chiamare mai più. Sei un parassita! Grazie e buona giornata“.

Murray – Brett Gelman

Azzeccatissima la scelta della canzone Never Ending Story che sentirete cantare da due degli attori in una delle ultime puntate della terza serie. Una canzone piaciuta tantissimo a tutti i nostalgici degli anni’80 e per tutti i nuovi adepti del favoloso mondo di quegli anni. Millie Bobby Brown ha anche lanciato una challenge #NeverEndingChallenge che sta facendo un bel successo su Instagram.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: