Sanremo 2019, il punto della situazione a nove giorni dall’annuncio del cast dei Big

Mancano nove giorni esatti all’annuncio del cast di Sanremo 2019. Abbiamo citato mesi fa alcuni possibili nomi dei 22 cantanti che faranno parte della categoria Big (tolti i due Giovani che usciranno vincitori dalla doppia serata del 20 e 21 Dicembre). E’ scaduto il termine finale per la consegna delle potenziali canzoni in gara alla commissione: questo è l’attuale punto della situazione.

Due i partecipanti praticamente certi: Ultimo e Loredana Berté. La Berté ha come già annunciato tra le mani un brano di Gaetano Curreri: ha dichiarato che il titolo del brano sarebbe Segreto, ma non è certo che sia quello il vero titolo o se lo ha citato per ironizzare sul fatto che il titolo sia top secret. Ultimo tornerà invece all’Ariston con l’obiettivo di aggiudicarsi anche la categoria Big dopo il successo nelle Nuove Proposte dell’edizione 2018 con annessi ottimi risultati a livello di vendite e di biglietti venduti per i suoi concerti (che si tratti di club o palasport): il già annunciato secondo tour nei palazzetti previsto per la primavera 2019 è la prova che la sua casa discografica e il suo staff puntano molto su di lui, al di là di ogni piazzamento finale. Abbiamo parlato di Gaetano Curreri: a proposito di lui, l’amico fraterno Vasco Rossi ha pubblicato mesi fa su Instagram una foto criptica insieme al leader degli Stadio in studio di registrazione riguardo ai lavori su “un brano per una nuova amica bella e con la voce potente”. Il nome più gettonato sembra essere quello di Giusy Ferreri, la quale è disposta a riscattare, fresca del successo estivo del brano di Takagi & Ketra a cui ha prestato la voce Amore e capoeira, le sue tre sfortunate partecipazioni al Festival (di cui l’ultima, nel 2017, culminata con un’eliminazione che le ha impedito di partecipare alla finale). Ma alcune voci parlano anche di una ripresa della collaborazione con Noemi, con cui Vasco e Curreri hanno già collaborato nel 2011 per il fortunato brano Vuoto a perdere: la cantante romana ha grossi piani per i suoi festeggiamenti relativi ai suoi primi dieci anni di carriera, pertanto non è affatto un’ipotesi da escludere. Nella categoria “campioni di vendite” possibili ritorni per Il Volo, a quattro anni dalla loro vittoria sanremese con il brano Grande amore, Francesco Renga (che sta lavorando in studio con un importante produttore per il suo nuovo lavoro) e i Modà, che da quel che si dice hanno firmato per una nuova casa discografica che distribuirà il loro nuovo album Testa o croce dopo la totale rottura con la Baraonda di Lorenzo Suraci, direttore di RTL 102.5. Baraonda che sembra invece puntare con insistenza su un duetto tra Gianluca Grignani e Bianca Atzei: una collaborazione tra le voci di corridoio per Sanremo da diversi anni, ma che potrebbe finalmente vedere la luce per l’edizione 2019. Si abbassano invece le quotazioni di Alessandra Amoroso, che sembra abbia deciso ancora una volta di rinunciare ad un potenziale debutto all’Ariston che i suoi fan aspettano da anni. Si era parlato anche di un debutto all’Ariston di Piero Pelù, da solo o con i Litfiba, ma sembra che Sanremo non sia nei piani del rocker fiorentino: il suo nome è infatti ad oggi fuori da tutte le liste delle possibili indiscrezioni.

Come ogni anno, le proposte festivaliere della Sugar di Caterina Caselli non mancano mai, e mai come per l’edizione 2019 c’è carne al fuoco nella suddetta casa discografica: da una Arisa (avvantaggiata rispetto ai compagni di etichetta) pronta alla pubblicazione del suo primo album sotto contratto con Sugar a una Malika Ayane non intenzionata a presentarsi al Festival ma che la commissione vuole fortemente, dal riunito duo composto da Raf e Umberto Tozzi a Raphael Gualazzi, da Nino D’Angelo (per alcuni in coppia con il misterioso – e virale – personaggio noto come Liberato) a Raphael Gualazzi fino a Francesco Motta (noto anche con il solo cognome), esponente di spicco del nuovo cantautorato italiano che pare abbia consegnato alla commissione un brano composto a quattro mani con Pacifico. Per lo slot attira-teenagers, sembra clamorosamente in piedi l’ipotesi di un debutto tra i Big del Festival del vincitore dell’ultima edizione di Amici Irama, fresco di pubblicazione del suo nuovo album “Giovani”, mentre tra le vecchie glorie al femminile si fanno insistenti le voci di possibili ritorni per Patty Pravo e Ivana Spagna, quest’ultima (fresca di firma con Sony) dopo tredici anni dall’ultimo Festival. Operazione rilancio possibile per Tricarico e Simone Cristicchi, entrambi molto apprezzati da Baglioni e assenti dal Festival da diversi anni. Dall’edizione 2018 potrebbero lanciarsi in una seconda partecipazione consecutiva Diodato (questa volta da solo) e i The Kolors, i quali potrebbero lanciare al Festival il singolo apripista del loro primo album targato Universal (dopo il singolo estivo in collaborazione con J-Ax Come le onde). Molto forte anche il nome di Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo, non sicuro se insieme o separatamente, e di Achille Lauro, che potrebbe in caso di ingresso nel cast diventare il primo trapper di sempre a calcare il palco dell’Ariston. Infine, gli artisti dall’alto potenziale radiofonico: i nomi più gettonati di tale categoria per la partecipazione al Festival 2019 sono Paola Turci, Enrico Nigiotti, Chiara Galiazzo (con un brano scritto da Federica Abbate?), Nek, i Negrita, Elodie e Daniele Silvestri, quest’ultimo fresco di annuncio del suo primo tour in singolo in carriera nei palazzetti per festeggiare i suoi 50 anni di vita e i suoi 25 di carriera.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: