Casa EditriceProssime uscite: Il Segreto delle sette dame

Revenant – LEONARDO DI CAPRIO da Oscar

Il voto degli utenti
[Totale: 0 Media: 0]

REVENANT – REDIVIVO:

leo6

Già Di Caprio si è accaparrato il Golden Globe Awards 2016, ma anche il Film, quale storia di sopravvivenza drammatica e forte ha vinto il medesimo premio e così pure il Regista. Sono solo i primi dei riconoscimenti che questo Film è destinato a raccogliere in vista della notte degli Oscar.

Alejandro Gonzalez Inarritu, il regista porta sul grande schermo una storia forte e dura, sulla sopravvivenza  e sulla trasformazione di un uomo messo alla prova dalla natura che lo circonda. Tratto dalle vicende dell’esploratore Hugh Glass, la storia è ambientata nel 1823 nella lontana e desolata frontiera Americana. Un uomo tradito, ferito, solo  ha dovuto combattere contro gli elementi della terra e contro gli animali che la popolano, gli uomini furbi e sempre pronti a tradire, sopravvivendo a situazioni estreme e riuscendo, malgrado tutto a ritrovare se stesso e non perdersi, e diventare padrone del proprio destino.

La storia si svolge nell’America delle esplorazioni, quando i territori erano ostili  e i cacciatori di pelli erano disposti a tutto. La loro è una vita di duro lavoro, scarse razioni e frequente pericolo. Quando gli uomini vengono attaccati senza preavviso da guerrieri Arikara, il film prende a correre, con uno stile fatto di sequenze strazianti, in una ripresa unica ed ininterrotta in cui la tensione sale attimo dopo attimo. Sembra di vivere la vicenda con le tipiche sensazioni dell’essere braccati, in trappola, circondati. Tutto il tumulto di cavalli, armi, i rami spezzati, suoni urla e grida sono amplificati e sorreggono e spiazzano e fanno rimanere incollati alla poltrona. Un Orso attacca e quasi sbrana Hugh Glass – Leonardo Di Caprio – che malgrado le ferite orribili nel petto, schiena e alla gola, he lo  rendendono incapace di parlare o camminare riesce a sopravvivere. Dopo essere stato abbandonato e derubato dagli altri membri del gruppo di caccia, Hugh Glass, troverà la forza per sopravvivere (spinto anche dall’amore per la moglie) e vendicarsi di tutti coloro che hanno approfittato della sua sorte. Revenant è un’odissea a cavallo della sopravvivenza e di un’implacabile sete di vendetta. Il Pericolo costante, la Natura potente e inarrestabile rendono l’uomo piccolo e indifeso se non supportato da quanto la creatività, l’iniziativa e la forza di volontà possono ottenere nelle situazioni più estreme.

Nel film, alle immagini forti e crude si sovrappongono o alternano scenari mozzafiato, con visioni degne dei migliori documentari del National Geographic. Grande valore è stato dato alla recitazione fatta di sguardi, di espressioni. Pochi dialoghi fan si che il film venga interpretato da solo, lasciando spazio alla potenza fotografica. L’intensità del vissuto si percepisce proprio dalla vivacità, dalla gestualità, dalla fatica, dal dolore a volte troppo estremizzato. La drammaticità della presa di coscienza dell’abbandono di persone senza scrupoli. La forza di volontà che nasce dall’amore per una moglie e per  le  sorti di un figlio, per le quali, si sviluppa e cresce una disperata voglia di vendetta. Tutto è vivo negli occhi del protagonista. Lacrime e disperazione, incubi notturni, flashback,  lasciano il posto a rabbia. Nel corso del film però c’è una trasformazione e il personaggio resuscitato dal mondo dei morti, riesce attraverso la condivisione di una cultura a lui prima ignota, in un cammino e una visione del mondo inaspettata. La conclusiva vendetta appare come atto dovuto a tanta volontà. Violenza e scene cruente sono elementi inseparabili in un dramma tanto forte quanto,a questo punto, necessario. Le immagini sono davvero molto forti, il pubblico deve esserne cosciente prima di andare a vederlo. Di Caprio è bravissimo, e  l’oscar stavolta è davvero molto vicino.

Golden Globe 2016 Miglior attore: Leonardo Di Caprio

Commenti

commenti