The Hunger Games: in arrivo il prequel della saga

hunger gamesUn decennio dopo aver apparentemente concluso “The Hunger Games”, Suzanne Collins riporta i lettori a Panem. Un prequel, ambientato 64 anni prima dell’inizio della sua trilogia di vendita multimilionaria, è in arrivo l’anno prossimo.

Il romanzo, attualmente senza titolo, è previsto per il 19 maggio 2020. Collins ha detto in un comunicato che lunedì tornerà agli anni che seguono i cosiddetti “Dark Days”, la fallita ribellione di Panem. Collins ha ambientato i libri “Hunger Games” in una distopia post-apocalittica in cui i giovani devono combattere e uccidersi a vicenda, in diretta televisiva.

Con questo libro, volevo esplorare lo stato della natura, chi siamo e ciò che percepiamo è necessario per la nostra sopravvivenza“, ha detto. “Il periodo di ricostruzione 10 anni dopo la guerra, comunemente chiamato Dark Days – mentre il paese di Panem si rimette in piedi – fornisce ai personaggi un terreno fertile per affrontare queste domande e definire così le loro opinioni sull’umanità“.

Il libro è ambientato ben prima della vita dell’eroina di “Hunger Games” Katniss Everdeen, interpretata da Jennifer Lawrence nel franchise cinematografico da un miliardo di dollari. La portavoce Tracy van Straaten ha rifiutato di commentare i contenuti del nuovo libro e i personaggi presenti oltre a quelli descritti nell’annuncio di lunedì.

Suzanne Collins è un maestro nel combinare brillante narrazione, superba costruzione del mondo, suspense mozzafiato e commenti sociali“, ha detto in una dichiarazione la presidente della Scholastic Trade Publishing Ellie Berger. “Siamo assolutamente entusiasti – sia come lettori che editori – di presentare ai fan devoti della serie e di un nuovo pubblico una prospettiva completamente nuova su questo classico moderno.”

Lionsgate ha pubblicato i quattro film “Hunger Games” e il vice presidente dello studio, Michael Burns, ha suggerito un prequel. In una recente dichiarazione alla Associated Press, il presidente della Lionsgate, Joe Drake, ha dichiarato: “In quanto orgogliosa sede dei film” Hunger Games “, non vediamo l’ora che il prossimo libro di Suzanne venga pubblicato. Abbiamo comunicato con lei durante il processo di scrittura e non vediamo l’ora di continuare a lavorare a stretto contatto con lei nel film “. Lo studio non ha risposto immediatamente quando gli è stato chiesto se fosse già stato raggiunto un accordo sui diritti cinematografici.

I primi tre libri “Hunger Games” – “The Hunger Games”, “Catching Fire” e “Mockingjay” – hanno venduto oltre 100 milioni di copie e sono stati tradotti in più di 50 lingue. Lo stesso titolo “The Hunger Games” è diventato un tormentone per la sofferenza e la concorrenza mortale.

Sebbene sia stata attivamente coinvolta nella produzione dei film “Hunger Games”, Collins è apparso con i romanzi dopo la pubblicazione di “Mockingjay”, nel 2010. Aveva parlato poco dei suoi piani negli ultimi anni, oltre a raccontare una riunione al Convenzione di edizione di BookExpo del 2013 che stava lavorando a una nuova serie. Il suo libro più recente, di qualsiasi tipo, è uscito nel 2013: la storia “Anno della giungla” era basata sul tempo trascorso in Vietnam, servito dal padre di Collins, un ufficiale dell’aeronautica in carriera.

Collins ha citato suo padre come motivo per i suoi studi di guerra per tutta la vita, e ha citato sia la cultura contemporanea che quella classica come ispirazioni per “The Hunger Games”. Ha definito il paese Panem come un riferimento all’espressione romana “panem et circenses”, che significa pane e circhi, divertimenti per le masse. In un’intervista del 2010 con AP, ha ricordato di aver guardato la televisione una sera, di aver cambiato canale e di essere momentaneamente disorientata andando avanti e indietro tra un programma di realtà e la guerra in Iraq.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: