E’ morto Stan Lee: cinque canzoni colonna sonora di film dedicati alle sue storie per ricordarlo

Si è spento il 12 Novembre 2018 Stanley Martin Lieber, comunemente noto come Stan Lee, all’età di 96 anni. Un’ autentica icona per gli appassionati di fumetti e film di genere supereroistico: è stato presidente e direttore editoriale della casa editrice di fumetti Marvel, la quale è stata resa una grande potenza nel settore proprio da Lee stesso grazie alla sua creatività, la quale ha generato storie entrate ormai nell’immaginario collettivo. Storie come quelle di Spider-Man, Hulk, i Fantastici Quattro, Daredevil, Iron Man hanno riscosso un successo che ha portato a diversi riadattamenti di ogni tipo, dai cartoni animati ai videogiochi, passando per film di grande successo. Come si sa, a rendere leggendario un film spesso è la colonna sonora: pertanto ho deciso di selezionare cinque brani facenti parte di colonne sonore di pellicole che rappresentano un riadattamento delle storie nate dalla penna di Stan Lee per ricordarlo nel migliore dei modi.

Michael Bublé – Spider-Man Theme. Era il 2004 e, dopo il successo del primo film dedicato alla saga di Spider-Man, usciva nelle sale in data 30 giugno (in Italia il 16 settembre) il sequel Spider-Man 2. Michael Bublé stava vivendo un periodo d’oro grazie al successo planetario dell’omonimo album di cover reinterpretate in chiave swing (su tutte Moondance e Come fly with me). E, per l’occasione, il crooner canadese registra una versione jazz della storica colonna sonora del cartone animato dell’Uomo Ragno (per intenderci, quella che fa Spiderman, Spiderman, does whatever a spider can che tutti conosciamo): successo assicurato. In Italia il brano arriva alla seconda posizione della classifica dei singoli più venduti e ottiene un ottimo airplay radiofonico per tutta la stagione autunnale.

Chad Kroeger & Josey Scott – Hero. Se abbiamo citato la colonna sonora di un sequel, è impossibile non citare il brano più famoso della colonna sonora di un film che ha dato il via a una nuova vita per la storia di Spider-Man. Ossia, il film campione d’incassi diretto da Sam Raimi datato 2002. Il brano in questione è Hero, in cui Chad Kroeger, voce dei Nickelback, collabora con Josey Scott dei Saliva, un grande esponente del nu-metal statunitense, genere in quegli anni particolarmente prolifico, coinvolgendo anche altri nomi della relativa scena, tra cui al basso Mike Kroeger, fratello dello stesso Chad nonché suo compagno di band. Il risultato è una power ballad dal ritmo terzinato (schema musicale molto comune tra gruppi e artisti nu metal) che scala le classifiche di tutto il mondo, Italia compresa. Il video è girato a New York, città che rappresenta l’ambientazione principale della storia di Spider-Man.

Ben Moody feat. Anastacia – Everything Burns. A proposito di nu-metal, ricordate gli Evanescence, che nel 2003 si fecero conoscere in tutto il mondo con l’ancora oggi popolarissima Bring me to life, divenuta un autentico pezzo di storia del genere? Il loro chitarrista, Ben Moody, ha realizzato la colonna sonora del film I Fantastici Quattro dell’autunno 2005. Ma non da solo: perché insieme a Moody c’è anche l’artista femminile del momento, Anastacia, che con l’album omonimo ha scalato le classifiche mondiali tra 2004 e 2005, trainato da successi come Left outside alone e Sick and tired. La fusione tra queste due voci produce questo brano pop con sfumature rock che ben si addice ad entrambi, fondendo l’anima rock del chitarrista degli Evanescence e quella a metà tra pop e soul di Anastacia (anche se quest’ultima ha dimostrato di poter destreggiarsi alla grande anche su brani rock). Davvero piacevole da ascoltare. Il pezzo è stato anche inserito come inedito nella prima raccolta della “regina dello Sprock” (lei ama definire così il suo genere musicale perché mescola soul, pop e rock) dal titolo Pieces of a dream.

Black Sabbath – Iron Man. Non poteva mancare assolutamente questa pietra miliare del rock internazionale, datata 1970 e firmata Black Sabbath. In realtà la canzone non parla del personaggio creato da Stan Lee, ma è la storia di un uomo che ha intrapreso un viaggio verso il futuro ma una volta arrivato si rende conto che l’umanità verrà spazzata via da una grande catastrofe (alludendo alla fine del mondo, secondo alcuni). E vuole vendicarsi dell’umanità che lo ha deluso: pertanto decide di approfittare dei poteri acquisiti per distruggerla. Un brano che è qui in questa lista perché facente parte della colonna sonora del primo film dedicato alla saga di Iron Man diretta da Jon Favreau, uscito nelle sale nel 2008. Una colonna sonora che vede in lista anche diversi classici del rock come Back In Black degli AC/DC, gruppo che ha interamente firmato la colonna sonora del sequel Iron Man 2 tanto da essere considerata a tutti gli effetti parte della discografia di Angus Young e compagni, con Highway to hell e Shoot to thrill usati per intero nel corso del film.

Eiffel 65 – Blue (Da Ba Dee). La colonna sonora di Iron Man 3 dopo l’ondata di rock dei prequel strizza maggiormente l’occhio al pop. E, in certi momenti, anche alla dance: c’è un brano che dall’Italia ha raggiunto le discoteche e le case di tutto il mondo nell’estate 1999 ed è ancora ballatissimo nel 2018, a quasi vent’anni dalla sua uscita. Parliamo di Blue degli Eiffel 65: impossibile non essere fieri, da italiani, della presenza di un progetto italianissimo come quello degli Eiffel nella colonna sonora di una pellicola di tale prestigio. Gianfranco “Jeffrey Jey” Randone, vocalist della band, ha raccontato in diverse interviste di non aver svelato a suo figlio della colonna sonora fino al giorno della visione del film per poi commuoversi davanti al suo sguardo entusiasta ed orgoglioso dopo aver riconosciuto le note di Blue. E pensare che inizialmente diverse case discografiche importanti avevano rifiutato la commercializzazione di questo brano…

Share

Commenti

commenti