Parte il 29 aprile a Roma, la settimana dedicata all’antico grano “KHORASAN”

Parte l’iniziativa della Codacons per diffondere la conoscenza delle antiche ricette, nate e famose grazie all’antico cereale.

Presso lo spazio Tiziano, un Menù interamente dedicato al Grano “Khorasan” con le ricette preparate grazie alla cuoca Vittoria Tassoni.

 Sbarca nella capitale il grano “Khorasan”, cereale antichissimo – e da non confondersi con il Kamut – già utilizzato ai tempi degli Egizi e che vanta eccezionali proprietà nutrizionali. Grazie ad una iniziativa del Codacons tesa a diffondere tra i consumatori la conoscenza di ricette tradizionali del territorio, a partire da lunedì 29 aprile gli utenti potranno assaggiare piatti tipici realizzati con il “Khorasan”, grazie ad un menu ad hoc realizzato dal locale Spazio Tiziano e al grano messo a disposizione da “ANTICA TENUTA GIOVANNA” di Montalto di Castro, azienda leader nella produzione del cereale.

Il Khorasan – spiega il Codacons – è un antenato dell’attuale grano e un cereale dal punto di vista nutrizionale più completo e con un alto contenuto di selenio, minerale che protegge l’organismo dai danni provocati dai radicali liberi. Un grano che vanta un alto valore energetico associato ad un’elevata digeribilità, e che è stato protagonista per secoli di ricette antiche che verranno ora riproposte al pubblico da Spazio Tiziano.
Sempre il 29 aprile (dalle ore 1930) si terrà nella location la presentazione del libro “Il mirando’, vivere e mangiare nel borgo vecchio” (ed. Ghaleb) con la cuoca Vittoria Tassoni che preparerà in diretta le sue ricette casalinghe, mentre in serata ci sarà la proiezione del film “Soul Kitchen”.

Il grano Khorasan è un cereale antico e botanicamente definito con il nome di Triticum turanicum. Si tratta di una specie di grande qualità e che, nel panorama generale dei cereali, ha subito una sorte più unica che rara: non è mai stata geneticamente modificata o ibridata.
Per questa ragione, autenticità e purezza sono le prime qualità che vengono attribuite a questo grano.
Tanto antico quanto celebre: dopo un lungo oblio (causato dalla sua scarsa resa di produzione), il grano Khorasan sta divenendo sempre più popolare.
In giro per il mondo, infatti, ha conquistato una fama piuttosto ingombrante: cereale superiore e dalle proprietà nutritive uniche.
Dal punto di vista nutrizionale il grano Khorasan è considerato tra i cereali più ricchi e completi. Costituito principalmente da carboidrati (68%), vanta una buona dose di proteine (17%) e presenta una quantità considerevole di importanti minerali e vitamine.
Tra i minerali troviamo Selenio, Calcio, Ferro, Magnesio e Zinco. Tra le vitamine, invece, la Vitamina B1, la Vitamina B2 e, infine, la Vitamina E.

Proprietà:
Effetto antiossidante: è questo il primo beneficio con cui si identifica il grano Khorasan. Grazie all’elevata presenza di Selenio il consumo di questo antico cereale contribuisce a prevenire l’invecchiamento cellulare e a contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi.
Stimola il benessere cardiovascolare: la vitamina E favorisce le funzioni cardiache e, allo stesso tempo, svolge un’azione benefica nei confronti degli occhi. È energizzante: ipocalorico e ricco di proteine. Per queste ragioni viene consigliato agli atleti e a tutti coloro che conducono una stile di vita attivo e dinamico. È altamente digeribile e depurante: rispetto al frumento classico risulta molto più leggero e digeribile. Inoltre, contribuisce al buon funzionamento del fegato e, in particolar modo, allo smaltimento delle tossine in eccesso.
Rappresenta una buona fonte di minerali: oltre al Selenio, questo cereale contiene anche interessanti quantità di Magnesio e di Zinco. Il primo ha la virtù di rafforzare i denti ed il tessuto osseo. Il secondo, invece, svolge importanti funzioni a beneficio del sistema immunitario.
Sostiene il funzionamento del sistema nervoso: la vitamina B3, detta anche Niacina, è coinvolta nella produzione di ormoni endocrini, sostanze fondamentali per la salute del nostro sistema nervoso. Allo stesso tempo la vitamina B3 contribuisce alla metabolizzazione delle proteine, dei grassi e dei carboidrati. È utile per chi ha problemi di colesterolo: il grano Khorasan è privo di colesterolo e contribuisce a contrastare il colesterolo cattivo (LDL). Regola i livelli di glicemia nel sangue: ha un indice glicemico molto basso, pari a 45. Ideale per i diabetici e per tutti coloro che soffrono di ipoglicemia.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: