A Roma il Ristorante del Gelato : dall’antipasto al primo… al dessert

Sostituire il pasto mangiando un gelato…quante volte abbiamo utilizzato questo gustoso, fresco e goloso escamotage nelle calde e afose giornate d’estate? Ma se pensassimo di non avere un fugace e riduttivo incontro con cono o coppetta seduti su una panchina o a passeggio in città, ma comodamente seduti, iniziando dall’antipasto e con coltello e cucchiaio? Si avete capito bene… lasciatevi portare a cena nel primo Ristorante di gelato, che ha “apparecchiato” i tavoli dal 13 di aprile 2019 in via Tor di Schiavi a Roma (zona Cento Celle) da una brillante idea di Geppy Sferra, già conosciuto per la sua maestria nella lavorazione del  gelato.
Entrate nella colorata e simpatica location dove sarà il bancone pieno di gustose vaschette a darvi il benvenuto e a suggerire una minima idea di cosa vi aspetta.


Solo pochi tavoli, 14 posti a sedere, proprio nella saletta dietro il bancone (si consiglia la prenotazione) per quella che sarà una esperienza unica, sia per gli amanti del gelato che per i curiosi e scettici che vogliono provare .
L’idea di Geppy è chiara : nessuna differenza tra gelati offerti al banco e quelli adoperati in cucina, ma tanta fantasia e la fruibilità di un alimento che è per tutti, non diventa gourmet solo perché rielaborato in veste differente.

staff

“Il mio desiderio è di ricercare una confluenza tra gastronomia e gelateria senza snaturare affatto il gelato, ma anzi approfittando proprio delle sue particolari qualità e mettendole a frutto in preparazioni che, sposando i metodi e i gusti della tradizione culinaria, ci fanno scoprire qualcosa del gelato che finora non sapevamo” dichiara Geppy.

La formula del Gelato d’Essai sintetizza un nuovo approccio al gelato di fattura rigorosamente artigianale e che come precisa Geppy: “È basato sulla valorizzazione di tutto ciò che favorisce la conoscenza di una preparazione complessa qual è quella del gelato e la consapevolezza delle varie possibilità offerte da una tradizione che non ha ancora dato tutti i suoi frutti”.

Geppy però non è da solo in questo progetto, ha i suoi fidi moschettieri: Alessio Schioppa e lo chef Marco Mezzaroma.
La centralità del gelato prodotto da Geppy e Alessio – precisa lo chef Mezzaroma – è stato l’elemento di partenza e proporlo senza modificazioni di sorta, né nel quantitativo di zuccheri, né nei gusti disponibili è stata una intrigante sfida. Così è iniziato un lavoro teorico e di ricerca per poter accompagnare un gelato di eccellenza con prodotti e piatti che potessero spalleggiarlo e trarre un reciproco vantaggio”.

bruschetta con gelato al pomodoro, origano e olio EVO

Ci è venuta l’acquolina però dopo tutto questo raccontare, sediamoci e

attendiamo il primo piatto che non tarda ad arrivare.
Bruschetta con gelato di pomodoro, con origano e olio EVO.

Possiamo anche chiudere gli occhi, i sapori si sprigioneranno in bocca come la nostra memoria ci suggerisce, ma la differenza sarà la consistenza : il freddo del gelato ingannerà il nostro palato che però gusterà l’abbinamento e il bilanciamento perfetto.
Dopo il primo wow continuiamo con un piatto di freschi e colorati Spaghetti di zucchine con menta, limone e mandorle tostate con gelato alla ricotta romana. Un primo piatto leggero, gustoso e sicuramente una divertente alternativa alla pasta regina dell’inizio pasto.
Siamo ancora curiosi e ci arriva un classico romano, sfizioso e da mangiare come si vuole: pizza e mortadella con gelato al pistacchio di Stigliano. Il pistacchio, leggermente più salato di quello di Bronte si sposerà benissimo con la saporita mortadella e la pizza croccante, da mangiare sopra, dentro, prima, alla fine…insomma come preferite!

pizza, mortadella e gelato al pistacchio di Stigliano

Piatto interessante e per i palati abituati a una cucina speziata è un gustoso pollo al curry con gelato di cocco, pensato appunto come un alimento per tutti è stato creato pensando proprio a un piccolo cliente della gelateria, per riportare alla memoria i sapori e i profumi delle sue origini, ma fargli assaporare il gelato, simbolo dell’ infanzia di tutti noi, colato un po’ sulle mani, nonostante le veloci leccate.

pollo al curry con gelato al cocco

Ma i piatti sono diversi, cambiano seguendo gli alimenti di stagione e vengono suggeriti anche con una proposta degustazione “Fai da te” comprensiva di 3 portate a scelta e un dessert, oppure 5 portate a scelta e un dessert. A completare il menu una selezione di vini bianchi e rossi, poche etichette attentamente scelte per valorizzare al meglio i piatti del Ristorante Gelateria

Nel menu del ristorante il gelato è abbinato a grandi aree gastronomiche: Il Gelato e l’Orto, Il Gelato e il Mare, Il Gelato e la Fattoria. Una proposta realizzata con verdure e frutta di stagione biologica e biodinamica e con carni di animali allevati allo stato semibrado, che facilita e incuriosisce il cliente nella scelta. Tra i fornitori troviamo Piccola Bottega Merenda per i formaggi e gli ortaggi, Olio Flaminio, Stefano Forti dell’Azienda All’Ombra del Cerro per le verdure e la frutta bio, Il Norcino Bernabei per i salumi e la carne e tanti altri ancora.

Come nelle gelaterie di un tempo, i gusti creati da Gelato D’Essai da Geppy Sferra, disponibili sia nel punto vendita di Tor De’ Schiavi che in quello di Via Bardanzellu, vengono conservati all’interno di un banco a pozzetti. Oltre alle creme, senza dubbio il gelato alla frutta realizzato senza latte e con una percentuale sensibile di frutta fresca – preferibilmente bio e acquistata direttamente dagli agricoltori – è da non perdere.

Fin dall’inizio, questa gelateria si è contraddistinta per la scelta degli ingredienti naturali e la continua ricerca della qualità:“ Possiamo dire – dichiara Geppy – di aver compiuto un passo in più con l’etichetta pulita, ogni nostra produzione è realizzata senza alcun tipo di additivo (anche quelli considerati comunque come sicuramente innocui, tipo la farina di semi carruba). Abbiamo realizzato un mix di fibre e proteine vegetali che svolgono il ruolo di addensante/emulsionante, riducendo, oltretutto, la quantità di zuccheri aggiunti ed esaltando così il gusto del gelato”.

 

In produzione tutto l’anno, tra i gusti più gettonati, troveremo Mirtillo e

Rosa Canina, Mandorla di Toritto e miele – la mandorla di Toritto è un presidio Slow Food, il miele bio è dell’azienda agricola ‘Monteverde’ di Norcia – e il Cacao puro, preparato senza cacao in polvere ma utilizzando solo pregiata massa di cacao monorigine. Immancabile la Nocciola Romana Dop (precisamente trattasi della cultivar Tonda Gentile Romana dell’Azienda agricola ‘La Fescennina’ di Corchiano) e il Pistacchio di Bronte Dop (certificato e proveniente direttamente dall’Azienda agricola ‘Corica’ di Bronte). Tra i gusti di produzione periodica, troveremo il Mandarino tardivo di Ciaculli – presidio Slow Food –; Fico, noci e cannella prodotto con i fichi bio dall’azienda ‘All’ombra del Cerro’ e le noci di Sorrento Igp. In estate, alla produzione di gelato si aggiunge quella dei Cremolati di frutta che variano a seconda del mese e la Granita di caffè, creata con un’arabica bourbon fornita da Mondicaffè. Oltre al gelato, a Tor De’ Schiavi troviamo miscele e monorigine 100% arabica della torrefazione romana Mondi e cappuccini da accompagnare alla pasticceria artigianale homemade. Una menzione particolare merita il Tiramisù, nella versione classica o ai frutti di stagione. All’ora del tè si può puntare sui biscotti e sulle tisane ispirate ai gusti del gelato.

 

Gelateria e caffetteria: aperta tutti i giorni dalle 12.00 alle 24.00
Sabato e festivi dalle 10.00 alle 24.00

RISTORANTE: aperto giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 20.00 (ingresso fino alle 22.00)

GELATO D’ESSAI da GEPPY SFERRA
Via Tor De’ Schiavi, 295 (gelateria, caffetteria e RISTORANTE di gelato)
Tel. 06.89232228; cell. 366 300 60 27
Via Bardanzellu, 77 (gelateria)
Tel. 06.64264692; cell. 366 300 60 27
Email: info@gelatodessai.it
www.gelatodessai.it

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: