Waymo One: al via da Phoenix il servizio di ride sharing con auto a guida autonoma

Sono trascorsi circa 10 anni da quando il gigante tecnologico Google ha iniziato a lavorare al suo progetto delle self-driving cars, le auto a guida autonoma. Al tempo si guardava a questa rivoluzione della mobilità come un progetto difficile da immaginare. Oggi sempre più aziende stanno lavorando a questa tecnologia che potrebbe rivoluzionare il trasporto urbano nei prossimi anni.

Waymo è la sussidiaria di Alphabet che ha ereditato il progetto delle automobili che si guidano da sole. E dopo aver siglato da tempo un accordo con FCA per l’utilizzo dei suoi van Chrysler Pacifica, ecco arrivare un nuovo e importante passo avanti. Da oggi parte da Phoenix il servizio di ride sharing Waymo One, che consentirà ad una cerchia ristretta di testers, di muoversi attraverso le auto a guida autonoma.

Il progetto era già stato avviato nel 2017, quando Waymo ha iniziato a coinvolgere alcuni utenti che hanno avuto l’opportunità di muoversi in città, per raggiungere scuola, università o luogo di lavoro, attraverso le auto a guida autonoma. Dopo i primi test, si passa adesso alla creazione di un vero e proprio servizio di ride sharing.

Gli utenti coinvolti, poche centinaia, potranno prenotare una corsa attraverso l’app dedicata al servizio Waymo One. Tramite l’app potranno avere una stima del prezzo della corsa in base alla distanza e tempo di percorrenza. Ma anche scoprire come cambiare destinazione. A quel punto, salendo su una delle Chrysler Pacifica Hybrid destinate al servizio, potranno raggiungere la propria destinazione. Per i primi tempi, sarà presente sull’auto una persona addestrata da Waymo per prendere il controllo dell’auto, qualora ce ne fosse bisogno.

Per dare il via al progetto, Waymo One sarà attivo nella zona di Phoenix, che comprende varie città. Ma l’obiettivo è quello di estendere il numero di città in cui lanciare il nuovo servizio di trasporto che sfrutterà le auto a guida autonoma.

Si tratta di un passo importante, quello compiuto oggi da Waymo, che permetterà finalmente alle prime persone di usufruire di un servizio di trasporto dotato di guida autonoma. Da un lato continueranno ad essere importanti i feedback raccolti per migliorare ancora la tecnologia. Dall’altra sarà possibile per Waymo iniziare a generare profitti per una tecnologia che ha richiesto molti investimenti negli ultimi anni.

Del resto la tecnologia creata da Alphabet è quella che vanta la maggior quantità di test effettuati su strada. Secondo i dati sarebbero oltre 10 milioni le miglia percorse dalle auto a guida autonoma di Waymo su strade pubbliche.

Share

Commenti

commenti