Volkswagen: 44 miliardi in 5 anni per auto elettriche, guida autonoma e non solo

 

Abbiamo già visto negli ultimi anni come sempre più aziende automobilistiche hanno scelto di investire sul futuro della mobilità, puntando maggiormente sulle vetture a zero emissioni. Tanti gli investimenti annunciati dai principali colossi del settore che hanno scelto di anticipare il cambiamento per non trovarsi impreparati alle innovazioni del futuro.

Uno dei progetti certamente più interessanti e ambiziosi appare quello presentato di recente dal Gruppo Volkswagen, che sembra aver deciso di investire sull’innovazione della mobilità del futuro. Il primo passo è stato svelare la nuova piattaforma MEB, studiata per rendere ancora più semplice e veloce la produzione di auto completamente elettriche. Il prossimo passo è stato presentato in questi giorni e prevede investimenti per 44 miliardi di euro nei prossimi 5 anni.

L’obiettivo della casa di Wolfsburg è quello di puntare sul futuro della mobilità investendo 44 miliardi di euro in auto elettriche, guida autonoma ma anche in nuovi servizi di mobilità e ottimizzazione degli impianti di produzione di proprietà del gruppo. E’ una vera e propria rivoluzione quella nei piani di Volkswagen entro i prossimi 5 anni ha intenzione di rendere l’auto elettrica accessibile a milioni di consumatori nel mondo, partendo da un prezzo di vendita pari o di poco superiore ai €20.000.

Nel 2019 debutterà quindi la prima Volkswagen ID costruita attraverso la nuova piattaforma MEB, e in seguito si passerà a nuovi modelli, compresi van e crossover. Per rendere possibile questo passaggio sarà necessario adattare gli impianti di produzione già esistenti, partendo da quello di Zwickau da cui si prevede di far uscire 330.000 veicoli elettrici ogni anno. Per poi passare agli altri impianti, da Hannover ed Emden. L’obiettivo è raggiungere 1 milione di auto elettriche costruite entro il 2025.

Un piano ambizioso, lo abbiamo già ricordato, che prevede anche di puntare su altre soluzioni di mobilità, dalla guida autonoma ai servizi. In tal senso si rivelerà fondamentale il taglio dei costi di produzione ma anche la collaborazione con altri colossi dell’auto. A tal proposito la casa tedesca ha confermato di essere in contatto con Ford per una possibile partnership che, in futuro, potrebbe portare alla nascita di una nuova linea di veicoli commerciali.

Nonostante la spinta sull’innovazione da parte del Gruppo Volkswagen, non mancano le incognite, legate soprattutto ai posti di lavoro. Il passaggio all’elettrico nei prossimi anni si renderà necessario anche a causa dei crescenti divieti nelle principali città europee per la circolazione delle automobili diesel. Ma la preoccupazione, soprattutto dei sindacati, riguarda la possibilità che il passaggio alla produzione di veicoli elettrici, dotati di un numero inferiore di componenti, possa tradursi in una riduzione del personale all’interno degli impianti di produzione.

Resta quindi da attendere per scoprire come evolverà la situazione.

Share

Commenti

commenti