Video choc della donna trascinata dalla metro B a Roma

Raccapricciante anche se a lieto fine, la storia della donna che mercoledì scorso è rimasta incastrata con una mano nel convoglio della metropolitana capitolina alla Stazione Termini. La donna trascinata per più di 130 metri è ora ricoverata in terapia intensiva con un polmone perforato, una frattura esposta al bacino e anche gambe e braccia. Un vero e proprio miracolo se si guarda il video del Corriere della Sera ripreso dalle telecamere della metropolitana, due visuali diverse. L’autista dell’atac che portava il convoglio della linea B, Gianluca Tonelli, è ora indagato dalla procura di Roma.

Nel filmato frontale si vede il macchinista che mangia da un contenitore che ha davanti a sé, mentre la gente sale sulla metropolitana. Per due volte guarda nello specchietto, prima di ripartire. Il treno parte, sulla banchina nella parte anteriore non c’è più nessuno. Le riprese inquadrano il treno che scorre via e alla fine si vede la donna trascinata, incastrata nell’ultimo convoglio.

Il secondo video è quello più chiaro e spaventoso, che mostra quanto accaduto alla donna di 40 anni bielorussa Natalya Garkovic. Arriva quando sono tutti già saliti, entra e poi riesce subito, forse per una telefonata arrivata dopo che il segnale acustico annunciava la chiusura delle porte. La mano destra rimane incastrata dentro le porte che si chiudono nel frattempo. Probabilmente resta dentro una borsa o una busta che teneva con la mano. Il manico le si incastra come fosse una manetta, che non da possibilità di scampo alla donna. Questo spiegherebbe perché la porta non si apre, cosa che accade in caso di mano o braccio tra le porte. Probabilmente a rimanere incastrato è solo il manico e la mano è incastrata quindi al di fuori della porta, legata senza possibilità di liberarsi, cosa che lei cerca di fare. I sensori della porta non rilevano niente di incastrato in mezzo e quindi il via al treno è garantito. La gente arrivata dopo di lei si accorge di quanto sta accadendo, un uomo della sicurezza cerca di aiutarla e sventola qualcosa per farsi vedere dal macchinista, ma niente, il treno va. La velocità aumenta progressivamente e a nulla servono gli sforzi delle persone che assistono all’accaduto, c’è chi cerca di correre verso la testa del treno che però corre via, sempre più veloce. Fortunatamente tra il tunnel e il convoglio c’è lo spazio necessario per non far schiantare la donna sul muro. Dall’interno qualcuno riesce a liberare la donna forzando le porte. La donna cade nel tunnel. Da dentro la carrozza più persone hanno cercato di abbassare la leva per segnalare l’allarme, ma niente è accaduto durante tutto il tragitto. La metro si ferma solo alla stazione successiva, senza accorgersi di niente.

(Immagini: frame delle telecamere di sorveglianza della metro a Roma. Fonte: archivio ANSA)

Commenti

commenti