Una adolescente scambia foto erotiche in chat con uno sconosciuto e dopo un anno scopre che era il padre

Una incredibile storia di sex-chat è accaduta nel Bergamasco, dove una ragazzina di 15 anni un anno fa circa, inizia una chat con un uomo più grande di lei.

All’inizio si scambiano solo dei messaggi per conoscersi meglio, lui la riempie di attenzioni e complimenti, fino a quando lei si è lasciata andare a messaggi sempre più spinti, inviando foto in cui si ritraeva in pose sensuali.

La relazione virtuale va avanti per quasi un anno, fino alla decisione di incontrarsi in un appuntamento al buio combinato dai due.

Così si scoprono tutte le carte e l’uomo a cui la ragazza aveva inviato le foto nuda era in realtà suo padre.

A denunciare la vicenda è stata una psicologa presidente dell’associazione AGA (Associazione genitori anti droga) con sede a Ponticello Nuovo nel Bergamasco.

Secondo la psicologa l’adolescente farà molta fatica a superare il trauma e dopo l’accaduto la ragazza è andata a vivere con la madre (che nel frattempo si è separata dal marito) in un altro Paese.

Questo caso è fa emergere una realtà molto preoccupante dei tempi in cui viviamo, dove i numeri complessivi del fenomeno del cybersex e cyberbullismo tra i ragazzi adolescenti sono in aumento.

Purtroppo nella mente dei ragazzi di oggi vi è la convinzione che ci si trovi di fronte ad un mondo virtuale, che fa sentire i giovani più liberi e sicuri senza considerare i pericoli che si nascondo, arrivando così a conoscere tutto sul mondo del sesso.

In questo modo, però, si bruciano i tempi e l’esperienza con il sesso diventa distorta e non è più graduale e genuina.

A questo punto appare chiaro che un ruolo importante lo rivestono i genitori, che devono riservarsi più tempo per il dialogo con i figli e seguirli nel modo corretto.

Forse proprio con più dialogo, il padre protagonista di questa vicenda, avrebbe potuto mettere in guardia la figlia molto tempo prima, ed evitare le brutte ricadute psicologiche che purtroppo avrà la ragazza.

Share

Commenti

commenti