Uber Eats debutta a Napoli, in collaborazione con McDonald’s

Il mercato del food delivery continua a crescere in modo esponenziale in tutto il mondo e ovviamente anche in Italia, dove la quantità di app che offrono servizi per la consegna di cibo a domicilio continua a crescere ed espandersi in un numero sempre maggiore di città italiane, tanto che solo in Italia ha dato vita ad un mercato che, secondo dati recenti, avrebbe un valore superiore a 2 miliardi di euro.

Tra gli esponenti più noti del settore troviamo ovviamente Uber Eats, una delle tante piattaforme che fanno capo ad Uber, e specializzata nella consegna di cibo a domicilio. E’ proprio Uber Eats che in questi giorni ha annunciato ufficialmente il debutto della piattaforma nella città di Napoli, e per l’occasione ha siglato una importante partnership con McDonald’s, offrendo ai clienti la consegna del cibo da fast food più famoso al mondo direttamente a domicilio senza costi aggiuntivi.

La collaborazione tra i due colossi statunitensi porterà quindi a Napoli il servizio di McDelivery, a partire dal 30 maggio. In questo modo i napoletani potranno ordinare il menù McDonald’s preferito attraverso l’app Uber Eats in modo semplice e veloce e direttamente a casa. Le consegne saranno attive per pranzo e cena ed entro 2.5Km dai 5 ristoranti McDonald’s presenti a Napoli, senza costi aggiuntivi per le consegne.

Il servizio di McDelivery è già disponibile in 16 città, e il debutto a Napoli estende la collaborazione ad una città in cui la celebre catena di fast food è già presente da molti anni. Ma il lancio di Uber Eats a Napoli non permetterà di acquistare solo cibo da fast food, ma anche altre specialità e dolci da altri 50 ristoranti della città. Tra questi la Pasticceria Poppella, Casa Infante, 50 Panino, la bakery Fruttilla e molti altri.

Uber Eats, ricordiamo, è la piattaforma di food delivery creata da Uber nel 2014 che a distanza di quattro anni dal debutto a Los Angeles è già attiva in oltre 220 città di 32 paesi diversi, permettendo di ricevere il cibo a domicilio da migliaia di ristoranti e locali di ogni genere. La consegna è affidata ai fattorini che devono essere maggiorenni, affidabili, in grado di trasportare pesi fino a 15Kg e in possesso dei documenti necessari e, ovviamente, della patente di guida.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: