Ti odio e ti “precipito” contro con l’aereo

Che i rapporti tra uomo e donna possano scadere e  modificarsi nel tempo è cosa purtroppo nota. Le separazioni sono all’ordine del giorno, e spesso si tratta di divisioni piene di malumori, se non anche odio, rimpianti, dolore. Purtroppo la cronaca ci racconta di molti, troppi episodi che si trasformano in violenza. Nella maggior parte dei casi sono proprio le donne le vittime di questi fatti. Troppi i casi di  femminicidi, troppe le violenze in cui per un carattere e  una fisicità differente, trasformano ciò che era di fatto desiderio passione amore, in qualcosa in cui si usi violenza. I giornali e la cronaca ci riportano notizie e fatti raccapriccianti.

Quello che vi voglio raccontare oggi è una pagina di violenza che ha avuto un esito – seppure tragico – differente. Colui che doveva essere il carnefice, ne è diventato vittima e fortunatamente la moglie (e il figlio) sono scampati all’ennesimo gesto folle, di un uomo impazzito dalla gelosia e dall’odio.

Per uccidere la moglie, Duane Youd si trasforma in  kamikaze e si lancia con l’aereo della ditta presso cui lavorava, contro la propria casa“.

L’uomo era stato arrestato il giorno prima per molestie e violenze. Non era la prima volta. Già era stato arrestato in due precedenti occasioni. I motivi erano sempre gli stessi, violenza domestica. Era uscito su cauzione il giorno seguente. Secondo il dipartimento di polizia di Payson, Youd aveva chiesto di tornare a casa per prendere alcuni oggetti. Un agente lo aveva accompagnato.  Youd aveva recuperato i propri effetti personali oltre alla propria autovettura. Aveva però così avuto modo di vedere chi fosse in casa. Tutto questo per pianificare il suo piano. Voleva colpire, oltre alla moglie,  quanti più componenti della famiglia che si erano stretti intorno a lei.

Con il veicolo che utilizzava come  pilota aziendale il 47 enne ha portato a termine la sua missione Kamikaze. La polizia ha riferito che Youd ha rubato l’aereo utilizzato nell’incidente, un bimotore Cessna Ctation 525, della compagnia per cui lavorava, VanCon, e poi si è schiantato  sulla sua casa.

L’abitazione, era la sua. Acquistata solo un anno fa con la sua seconda moglie.

Youd non era uno sprovveduto. Aveva conseguito una laurea presso l’Utah Valley University nel 2008. Ha studiato Scienze aeronautiche professionali. Era originario dell’area di Payson, nello Utah.

La casa l’ha effettivamente centrata, ma nello schianto è morto soltanto lui. Moglie, figli e parenti sono usciti indenni nonostante la forte deflagrazione e il successivo incendio che ha distrutto parzialmente la casa.

Un gesto quasi impensabile, ma che ha dimostrato, ancora una volta,  quanto la mente umana possa degenerare e prendere strade, o cieli, impensabili. A tutto c’è rimedio, ci sono altre  vie e solo il tempo e le parole, il sostegno umano possono aiutare in una fase così difficile. Il tempo per  Duane Youd è stato interrotto e la violenza, ancora è stata la protagonista di un gesto folle.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: