Suora rompe la testa al sacerdote con un mattone, a conclusione della messa

Quello che poteva trasformarsi in un dramma per un gesto di rabbia, si è manifestato con un ricovero d’urgenza in ospedale. Nella sagrestia di Veroli nella chiesa di Santa Maria dei Franconi una suora (aspirante suora) per un litigio ha rischiato di compiere qualcosa di molto più grave. Sono persone, sacerdoti e suore, sono sottoposti a tentazioni di ogni genere, si arrabbiano ridono scherzano come tutti. Certo arrivare a colpire con un mattone un’altra persona è un po’ più che un gesto di rabbia.

Alla fine della celebrazione della messa, don Taddeo è stato colpito proprio da un mattone, sferrato per un futile motivo – questo quanto riportato nella deposizione – un rosario. Il sacerdote rivendicava fosse della chiesa, mentre la suora affermava essere di sua proprietà. Per quanto abbiano fatto voto di povertà e abbiano rinunciato a tutti i beni materiali, evidentemente la giovane suora doveva tenere tanto a quell’oggetto.

Ora ci sono delle indagini in corso. Il sacerdote non ha sporto denuncia, ma la posizione della suora è al vaglio degli inquirenti. Si sta cercando di far luce su quanto accaduto nei giorni passati all’interno del convento e dei rapporti che c’erano tra le persone

I due protagonisti della vicenda sono entrambi nigeriani, si conoscevano da tempo, ma una aggressione così violenta appare ancora inspiegabile.

Il sacerdote è ora ricoverato all’ospedale “Spaziani” di Frosinone. Sta meglio e questa è la notizia migliore. La posizione dell’aspirante suora, invece, deve forse far ripensare a quello che potrebbe essere il suo futuro all’interno della Chiesa.

Venerdì insomma, la messa, sopratutto il dopo-messa è stato alquanto movimentato. Se non fosse per la tragicità del gesto, sarebbe potuta essere una notizia dai risvolti comici. Purtroppo però il mattone era vero. Ora bisogna capire quale sia stato il movente per scatenare tanta furia.

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: