Smartphone mai così male in Europa. Diminuiscono le vendite ma crescono Huawei e Xiaomi

Per molti anni si è assistito ad una crescita esponenziale del mercato smartphone a livello globale con numeri da record che hanno permesso ai telefoni intelligenti di raggiungere nuovi territori con una crescita impressionante, ma come è naturale che sia, questi dati erano destinati a diminuire con la naturale saturazione dei principali mercati che ovviamente si ripercuote sulle vendite.

E’ quanto accaduto di recente in Cina, dove le spedizioni di smartphone sono diminuite del 21% complice la presenza sempre maggiore di produttori e la capillare diffusione degli smartphone. E adesso la stessa sorte sembra toccare all’Europa, dove nel primo trimestre 2018 le spedizioni di smartphone hanno registrato il dato peggiore di sempre, con una flessione complessiva del 6.33% rispetto allo stesso periodo del 2017, con quello che rischia di diventare il trend dei prossimi anni per questo mercato nel vecchio continente.

La conferma di quanto appena detto arriva dai dati diffusi da Canalys che analizzano la situazione del mercato smartphone in Europa durante i primi tre mesi dell’anno. Come detto, complessivamente le spedizioni di smartphone in Europa hanno registrato una flessione del 6.3% rispetto al 2017, evidenziando tuttavia delle importanti differenze.

L’Europa Occidentale, che comprende alcuni dei mercati più importanti, ha perso il 13.9% in termini di spedizioni, con 30.1 milioni di unità. Al contrario i paesi che rientrano nell’Europa Orientale hanno visto crescere le spedizioni del 12.3% sfiorando le 16 milioni di unità spedite. Samsung si conferma primo produttore con 15 milioni di smartphone ma con il 15% in meno di spedizioni, seguita da Apple che perde oltre il 5% con 10.2 milioni di smartphone. La situazione cambia scendendo al terzo gradino del podio. Huawei e Xiaomi, rispettivamente terzo e quarto produttore per smartphone venduti, hanno registrato una crescita positiva.

Huawei ha incrementato le spedizioni del 38.6% confermando le ottime performance degli ultimi anni in Europa, mentre Xiaomi nonostante sia presente in Europa da poco, ha spedito ben 2.4 milioni di smartphone nel trimestre considerato. Bene anche Nokia che dopo essere tornato sul mercato grazie ad HMD Global, si è preso il quinto posto tra i produttori di smartphone in Europa con 1.6 milioni di telefoni spediti nel trimestre. Lo smartphone più venduto in Europa nel primo trimestre 2018 è risultato l‘iPhone X.

Riguardo alle motivazioni di questa flessione, è innegabile che la saturazione dei principali mercati abbia contribuito, ma al tempo stesso anche la sempre minore propensione dei consumatori a sostituire il proprio smartphone, considerando i prezzi soprattutto dei modelli di fascia alta e le innovazioni introdotte, spesso non sufficienti a giustificare un nuovo acquisto.

Share

Commenti

commenti