Settimana della Sicurezza Stradale: ogni giorno muoiono 500 ragazzi con età inferiore a 18 anni

SaveKidsLives2015

Gli incidenti stradali sono diventati una vera e propria piaga della società moderna, con migliaia di morti registrati ogni anno in tutto il mondo a causa della guida pericolosa di molte persone o della distrazione che spesso e volentieri è alla base di tragedie del genere.

Per questo motivo l’Onu ha organizzato, fino al 10 maggio, la Settimana mondiale della Sicurezza Stradale per la campagna SaveKidsLives 2015, che ha l’obiettivo di lanciare un appello ai leader di tutti i paesi, e in generale agli adulti, perchè si assicurino che tutti i bambini possano viaggiare in sicurezza.

I dati diffusi dalle Nazioni Unite, evidenziano infatti risultati terrificanti, che mostrano la necessità di adottare delle misure che possano impedire la morte di bambini innocenti sulle strade.

Sono infatti più di 500 i bambini e ragazzi con età inferiore ai 18 anni, che ogni giorno muoiono in incidenti stradali. Il dato è altrettanto impressionante se si considera solo l’Italia. Solo nel 2013 sono state 123 le vittime minorenni, e di questi 47 avevano meno di 14 anni, e 10.400 sono stati i feriti.

A tal proposito spesso le cause di incidenti stradali che coinvolgono i più piccoli, sono da attribuire al comportamento scorretto e superficiale degli adulti al volante. Ad esempio il corretto uso di seggiolini può ridurre del 70% le conseguenze gravi in caso di incidenti.

Negli adolescenti, invece, la causa è imputabile anche all’utilizzo di ciclomotori, che per i giovani con età compresa tra 14 e 17 anni, può portare a conseguenze nefaste a causa della scarsa esperienza e della mancata conoscenza della segnaletica stradale.

I dati della Fondazione Ania, inoltre, evidenziano che gli incidenti stradali portano anche a disabilità permanenti  per 100.000 persone ogni anno, con 20.000 casi particolarmente gravi.

Le cause principali degli incidenti stradali, secondo i dati diffusi, risultano essere la distrazione e il mancato rispetto della segnaletica. Ma un effetto altrettanto negativo continua ad avere l’abuso di alcool alla guida, nonostante le molte campagne di sensibilizzazione organizzate negli ultimi anni.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: