Salvare le balene con un filmato porno: parte il progetto ‘Save The Whale’ su PornHub

Il voto degli utenti
[Totale: 0 Media: 0]

pornhub salva le balene

Tutti gli amici delle balene e soprattutto quelli che ogni tanto buttano un occhio sui filmati porno saranno felici di sapere che basta guardare dei filmati hot per cercare di salvarle dall’estinzione. Questi grandissimi cetacei, presenti nell’immaginario collettivo da sempre e presenti in tantissime storie da Pinocchio a Moby Dick, sono a rischio estinzione per diversi fattori. Caccia selvaggia, commercio illegale ma anche mutamenti climatici e sfruttamento delle risorse ittiche mettono a rischio la scomparsa di questi grandi pesci.

A rendersene più conto di altri, proprio PornHub, leader nella messa online di contenuti a luci rosse per adulti che lancia una campagna social per salvare questi mammiferi marini. Per tutto il mese di febbraio 2016 infatti il sito donerà alla Moclips Cetological Society, un centesimo di dollaro per ogni 2 mila filmati hard visualizzati sulla sua piattaforma. L’associazione coinvolta è senza fini di lucro e si occupa proprio della tutela delle balene.

L’iniziativa si chiama “Save The Whale” ed è iniziata ufficialmente sabato scorso in occasione del World Whale Day, la Giornata Internazionale delle Balene, con grandi aspettative nel campo della salvaguardia di questi cetacei. PornHub non è la prima volta che si lancia in queste campagne social, e il piccolo centesimo di cui abbiamo parlato non è poca cosa. Nel 2014 in occasione dell’Arbor Day, aveva lanciato la campagna per cui avrebbe piantato un albero per ogni cento video visualizzati in una determinata categoria hard del suo sito, fino a contare oltre 15 mila alberi piantati. I conti si fa presto a farli, se si pensa che nel 2015 la piattaforma ha totalizzato 87,85 miliardi di video visti, 240milioni di visualizzazioni al giorno, presumendo quindi una futura donazione di 1.200 dollari al giorno. Se tutto andrà come deve quindi la  campagna porterà in beneficenza all’associazione 26.400 dollari. Buona sorte alle balene… anche con i filmati piccanti!

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppOknotizieCondividi

Commenti

commenti