Rivoluzione Poste Italiane: consegne dei pacchi la sera e anche nel fine settimana, ma non solo

Perché andare in giro per negozi a trovare i prodotti che interessano al prezzo più conveniente quando lo stesso si può ormai fare comodamente seduti sul divano di casa semplicemente con uno smartphone? E’ questo uno dei fattori principali che ha contribuito negli ultimi anni alla diffusione capillare dell’e-commerce con la nascita di piattaforme di vendita online che offrono cataloghi con milioni di prodotti di ogni genere, andando incontro alle esigenze dei consumatori e offrendo spesso prezzi più convenienti rispetto ai negozi fisici.

E se in alcuni casi l’e-commerce ha contribuito a mettere in crisi molte delle più importanti catene di negozi soprattutto di elettronica di consumo, per altri la crescita degli acquisti online può trasformarsi in una preziosa risorsa. E’ il caso di Poste Italiane che, per rispondere al mutamento del mercato, ha già da tempo svelato un ambizioso piano strategico che in alcune zone d’Italia è già diventato realtà e che prevede consegne più rapide anche nel fine settimana, ma non solo questo.

Del progetto Deliver 2022 si è già parlato qualche mese fa, ma negli ultimi giorni sono stati svelati maggiori dettagli che danno modo di scoprire in modo più approfondito le reali potenzialità dell’iniziativa. Il nuovo progetto prevede che i pacchi fino ad un peso massimo di 5Kg vengano consegnati dai postini dando maggiore priorità, la mattina, agli uffici e attività commerciali, e il pomeriggio alle zone residenziali. Le consegne, inoltre, avverranno fino alle 19:45 di sera. Come se non bastasse, i postini potranno consegnare i pacchi anche la domenica, coprendo anche il fine settimana.

Per adesso la nuova strategia è attivi in 71 dei 900 centri di recapito presenti sul territorio andando a coprire alcune delle città più grandi tra cui Genova, Roma, Torino e Milano, ma entro breve si estenderà al resto del paese coprendo tutte le regioni. L’obiettivo è di arrivare alla consegna di 50 milioni di pacchi entro fine anno che diventeranno 100 milioni nel 2022.

A cambiare, tuttavia, saranno anche i mezzi di trasporto in dotazione ai postini. Gli scooter verranno sostituiti con nuove auto e tricicli, che offriranno una maggiore sicurezza e più spazio di carico. Infine arriveranno anche gli armadietti (in stile Amazon Locker), che in accordo con centri commerciali e supermercati consentiranno ai clienti di ritirare i propri pacchi in qualsiasi momento. Secondo i piani dovrebbero essere 350 i locker attivati entro la fine del 2018.

Share

Commenti

commenti