Rimorchiare nell’era 2.0: per ognuno la propria app di incontri online

Chi è in cerca dell’anima gemella si sarà chiesto almeno una volta se le app di incontri online funzionino veramente. Il primo pensiero che viene è che al di là dell’app ci possano essere solo “sfigati” o maniaci perversi. E invece non è affatto così, anzi: i siti e le app di incontri online sono la nuova frontiera per trovare il compagno/a della propria vita o anche la persona con cui divertirsi senza troppe pretese. Insomma in base a cosa stiamo cercando ci sarà l’applicazione di dating online fatta ad hoc per noi. Ma non solo. Per essere sicuri di trovare chi fa per noi dobbiamo scegliere tra le tante applicazioni quella adatta a noi senza fissarci su quelle più conosciute come Tinder e Meetic.

Quindi per prima cosa stabilite se state cercando una storia di una notte, un rapporto a termine o il grande amore della vostra vita. Partiamo dall’amore romantico, quello che si sogna da bambine e che magari ancora non abbiamo incontrato e buttiamoci su Once: l’app ci propone un partner al giorno con affinità in base al nostro profilo. A mezzogiorno si verrà messi in contatto e in 24 ore si dovrà decidere se si è fatti l’uno per l’altra… altrimenti giorno nuovo, partner nuovo.

Anche l’età non è da trascurare e così per evitare di rimanere a bocca asciutta dobbiamo indirizzarci nell’app fatta appositamente per la nostra fascia di età. Esiste infatti quella dedicata ai millennials ma anche quella per gli over 50 a cui è riservato il sito di dating club50plus.

Amate la musica? Allora dirigetevi verso Bumble, l’app che ha stretto una alleanza niente meno che con Spotify. Trovare il partner ideale vedendo prima che musica ascolta è sicuramente una buona trovata, così da evitare in futuro lunghi viaggi con la musica che odiamo a tutto volume in macchina.

Se siamo un po’ pienotte e vogliamo avere la nostra chance in modo mirato allora dobbiamo scaricare WooPlus, dove si incontrano persone con la gioia di vivere senza stare a vedere il chilo di troppo. nel profilo dovremo scegliere se siamo in sovrappeso, grassocci, rotondi o con la forma di triangolo al contrario e via dicendo. Come minimo il primo appuntamento in carne ed ossa sarà… al ristorante!

Attenzione, esistono poi anche applicazioni meno romantiche e che vanno più al sodo, come ad esempio 3nder, dedicata proprio a tutti che siano eterosessuali, gay, pansessuali e via dicendo ma con la voglia di ritrovarsi insieme… in tanti. Via libera quindi alla ricerca di partners per orgia e similari dove alla base di tutto ci sono gli incontri a 3 o più.

Bellissima invece l’idea di Happn, l’applicazione che ci permette (forse) di ritrovare la persona che ci ha fatto perdere la testa anche solo vedendola per strada e che poi non abbiamo avuto modo di incontrare di nuovo. Basterà verificare attraverso la geolocalizzazione le persone che ci sono state intorno a noi in una determinata timeline e che abbiamo incrociato per strada o in un locale, così da permetterci di ricontattarli online. Se poi l’interesse è ricambiato, allora si avvierà la conoscenza da prima digitale.

E voi che app state utilizzando?

 

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: