Parco Giardino Sigurtà a Verona: uno dei posti da vedere almeno una volta nella vita

Sigurta_2

Il Parco Giardino Sigurtà, che si trova a soli 25 km da Verona, è uno dei posti che bisogna visitare almeno una volta nella vita. Riconosciuto come il secondo Parco più bello d’Europa, vanta una lunga storia risalente al 1407 quando era un “brolo cinto de muro” ovvero terre coltivate con foraggi racchiuse all’interno di un’alta e sicura muraglia. Ma vicino alla casa principale esisteva da allora un piccolo e geometrico giardino, dedicato all’ozio dei nobili, punto di origine del Parco che conosciamo oggi.

Dopo il succedersi di diverse famiglie nobiliari, il Parco nell’aprile del 1941 è stato acquistato dall’imprenditore farmaceutico milanese il Dottor Carlo Sigurtà, trasformandolo nel corso degli anni e grazie alla preziosa collaborazione del figlio Enzo in una vera e propria “meraviglia verde”.

La prima apertura al pubblico risale a domenica 19 marzo 1978 per avverare il sogno del Dottor Sigurtà, ovvero far conoscere al mondo intero le bellezze del Parco ed avvicinare i visitatori alla scoperta del mondo naturale.

Sigurta_1

Oggi Magda e Giuseppe Inga Sigurtà, figli di Enzo, continuano con passione ed impegno a tutelare questo patrimonio green, perseguendo il medesimo obiettivo dei predecessori, ovvero trasmettere ai visitatori l’amore incondizionato per la Natura (il Parco registra mediamente 300.000 presenze annuali nei mesi di apertura).

Il motto della famiglia Sigurtà “Laboravi fidenter” (“ho lavorato con passione”) ha fatto sì che il Parco ottenesse così importanti riconoscimenti: nel 2011 il Primo Premio Grandi Giardini Italiani, nel 2013 il Premio di Parco Più Bello d’Italia e nel 2015 il Secondo Premio di Parco Più Bello d’Europa.

Un posto incantevole per tutta la famiglia, dove i bambini entrano i contatto con la vera natura e gli animali ospiti del Parco: daini, tartarughe e gli animali della fattoria sono solo alcuni degli incontri che si possono fare girovagando tra alberi e fiori di ogni tipo. Passando per il labirinto e correndo sui prati, facendo piccole soste nei chioschi e prendendo il trenino che offre una visione d’insieme su questo posto veramente da favola.

LE MERAVIGLIE DA NON PERDERE

Il Parco Giardino Sigurtà è lo scrigno naturale di varietà botaniche ed attrazioni storico – artistiche di impareggiabile bellezza. Da marzo a novembre, ogni giorno, è possibile scoprire cosa custodiscono i 600.000 metri quadrati di prati e boschi.

Tulipanomania dà il via alla meravigliosa danza delle fioriture che si sussegue nel corso dei mesi di apertura: un milione di bulbi che insieme a Giacinti, Muscari e Narcisi rappresenta un primato italiano e si colloca al secondo posto a livello europeo. Tra marzo ed aprile questi meravigliosi fiori sbocciano in eleganti aiuole e in forma naturalizzata, in un quadro cromatico che ogni anno affascina appassionati di fotografia e non solo: dal 6 marzo al 30 aprile 2016 si terrà la quarta edizione del contest fotografico dedicato a questa fantastica fioritura.

Maggio invece è il mese dedicato per eccellenza alla rosa e al Parco Giardino Sigurtà le Rose non mancano, anzi! 30.000 esemplari rifiorenti in due varietà (Queen Elizabeth e Hybrid Polyanta e Floribunda) accompagnano i visitatori in tutto il chilometro del Viale a loro dedicato e che sembra condurre, per un effetto ottico, al Castello Scaligero di Valeggio s/M.

Nel Viale delle Aiuole Fiorite, il colore è il vero protagonista, grazie ai numerosissimi esemplari di piante annuali: Dalie che si manifestano in 30 varietà, Impatiens e Sunpatiens (dalle sfumature bianco, rosa e rosso), Zinnia (che si mostrano dal giallo al rosso, dal viola all’arancione e dal lilla fino al verde), Canna Indica (al Parco in 9 varietà, molto particolare quella tigrata) e Tagetes (dalle calde tonalità arancione e giallo).

Il periodo estivo, invece, regala fioriture a pelo d’acqua: Fior di Loto, Giacinti d’acqua, Ibischi lacustri, Papiri e Falsi Papiri che colorano i 18 specchi d’acqua del Parco insieme alle centinaia Ninfee rustiche e tropicali, i cui petali mostrano le gradazioni del rosa (pallido, intenso, rosso e ciclamino) insieme al bianco, al giallo e al blu.

Chi, invece, oltre ad ammirare le bellezze della Natura, desidera anche mettersi in gioco e calarsi nei panni dei moderni Teseo un must è la visita del Labirinto: inaugurato nell’estate 2011, rappresenta uno dei luoghi prediletti dai visitatori di ogni età. Disegnato da Giuseppe Inga Sigurtà in collaborazione con Adrian Fisher, famoso maze designer a livello mondiale, è il frutto di un lavoro durato sei anni tra progettazione e realizzazione. 1500 esemplari di Tasso (Taxus baccata L.) abbracciano una torre, ispirata a quella del parco di Bois de Boulogne di Parigi: da qui si ammirano dall’alto i 2500 metri quadrati del percorso e gli altri punti di interesse come i Giardini Acquatici, il Viale delle Rose e la maestosa Grande Quercia.

Il Grande Tappeto Erboso è la distesa più vasta del Parco e la sua bellezza lascia senza fiato: grazie alle costanti cure (l’erba viene tagliata a giorni alterni), i fruitori del Giardino possono regalarsi una camminata su un tappeto naturale che abbraccia i due Laghetti Fioriti.

Non solo verde, anche l’acqua è un elemento fondamentale del Parco: al suo interno questa oasi naturalistica ospita 18 laghetti e tra un allegro guizzo delle Carpe Giapponesi o Koi avviene la danza delle Ninfee Rustiche e Tropicali, in una carrellata di rosa, rossi e blu intenso, senza dimenticare tonalità che vanno dal bianco al giallo.

INFORMAZIONI GENERALI

Nella stagione 2016 il Parco Giardino Sigurtà sarà aperto da domenica 6 marzo a domenica 6 novembre, tutti i giorni con orario continuato (entrata dalle ore 9.00 alle ore 19.00, ultimo ingresso ore 18.00); invece nei mesi di marzo, ottobre e novembre l’entrata sarà dalle ore 9.00 alle ore 18.00, ultimo ingresso ore 17.00).

Esistono diverse modalità per non perdersi nemmeno una delle meraviglie del Parco:

  • a piedi, per un’immersione totale nella Natura a 360 gradi
  • in bicicletta: con la propria o noleggiandola al servizio renting interno al Parco.
  • a bordo dello shuttle elettrico, per una visita guidata alla scoperta della storia e delle caratteristiche del Giardino.
  • con i golf-cart elettrici, dotati di sistema di rilevamento satellitare GPS, che permettono una visita personalizzata.
  • con il trenino panoramico, che segue l’Itinerario degli Incanti lungo 7,5 km e che consente di cogliere l’ampiezza del Giardino.

WHAT: Parco Giardino Sigurtà, Secondo Parco Più Bello d’Europa 2015

WHEN: stagione 2016 (tutti i giorni dal 6 marzo al 6 novembre)

WHERE: il Parco si situa a Valeggio sul Mincio, a 25 km da Verona e 25 km da Mantova; 140 km da Milano, 150 km da Venezia

WHY: perché è un parco-giardino ricco di punti di interesse storici, naturalistici ed artistici

HOW: è possibile visitarlo a piedi, in bicicletta, a bordo dello shuttle elettrico, in golf-cart o grazie al trenino panoramico.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: