Opinioni sulla carta conto N26

Tra le ormai molte carte di debito e sistemi di pagamento per dispositivo mobile (insomma, gestibili dal proprio smartphone) c’è anche N26, una banca tedesca nata e pensata specificamente per questo tipo di servizi e funzionalità. La soluzione presenta diversi vantaggi, che si possono esaminare prima di procedere alla scelta. Anche la valutazione dei costi non va trascurata.

La banca sul telefono?

Questo è proprio lo slogan della banca N26: la tua banca sul tuo smartphone. In effetti, l’istituto di credito tedesco mantiene molto di quel che promette con questo motto. N26 è prima di tutto una app, disponibile sia per iOS che per Android nelle versioni più recenti (esiste naturalmente anche la versione per computer). Per N26 è motivo di vanto il fatto di essere nata con la app: non è una banca preesistente che ha deciso che le serviva una app, è una app che fa da banca. Attraverso il proprio telefono, si potrà controllare un proprio conto corrente presso N26, ed avere una carta di debito MasterCard, anch’essa con IBAN. Quindi, con la carta si potrà svolgere praticamente qualsiasi tipo di transazione. La app consente di tenere sotto controllo le operazioni con la carta, e di svolgere tutte le normali operazioni di home banking, compresi bonifici Sepa e addebiti diretti Sepa. Come con tutti i rapporti con istituti di credito, si potrà anche richiedere, previa analisi della propria posizione creditizia, un fido alla banca.

Come attivare app e carta

Per prima cosa occorre registrarsi ed identificarsi. Molte volte sono disponibili delle promozioni sull’apertura di nuovi conti, che prevedono ad esempio 15€ di credito da spendere come si vuole. Basta inserire il codice promozionale N26 che trovate sulla pagina e procedere alla registrazione. Occorre essere maggiorenni, scaricare la app, e poi usare una videochiamata per l’identificazione (una foto del viso). IL conto verrà aperto in breve tempo e la carta di pagamento arriverà in una decina di giorni. Per accedere al conto ovviamente occorrerà autenticarsi ogni volta, sempre tramite il telefono.

Il costo di conto e carta N26

Il conto non ha alcuna spesa fino ad una giacenza media annua non superiore a 5.000 Euro; al di sopra di questa cifra, c’è una spesa di 34,20 Euro di imposta. Sulle giacenze però non si riceve alcun interesse.
La carta è gratuita anch’essa, e le operazioni di prelievo da bancomat, in Euro, sono gratis. Prelievi in valute diverse dall’Euro costano una commissione dell’1,7% sull’importo del prelievo, ma non ci sono commissioni di cambio della valuta. La carta di debito serve, sempre in relazione allo smartphone, anche per i pagamenti con ApplePay e GooglePay.

Le versioni premium

La carta MasterCard di N26 ha anche due versioni più evolute di quella base: la Black e la Metal. La Black, in nero, ha un costo mensile di 9,90 Euro (cioè 118,80 Euro all’anno). Il principale vantaggio è per chi viaggia: non è previsto infatti un costo per i prelievi da ATM non in Euro all’estero, e vi è integrata una copertura assicurativa Allianz Global Assistance Europe, nonché un’assicurazione riguardante lo smartphone.
La versione Metal prevede una carta con un’anima in tungsteno, quindi più resistente ad eventuali danni rispetto alle solite carte in plastica. Al mese costa 16,80 Euro (che all’anno fanno 202,80 Euro). Anch’essa prevede gli stessi vantaggi della versione Black, e in più permette di far parte della MasterCard World Elite, con la possibilità di avere alcune agevolazioni VIP. Tra di esse, c’è la spedizione express gratuita (altrimenti, costa 25 Euro). IN questo modo, si riceverà la carta entro tre giorni, invece che entro 10 come con la spedizione ordinaria.

 

Ne vale la pena?

Esistono ormai molti altri conti correnti gratuiti e carte di debito o gratuite o a costi molto bassi, come ormai tutti i consumatori avveduti sanno bene. Se si cerca la soluzione più economica in assoluto, si possono prendere in considerazione soluzioni più comuni come un conto Arancio con Ing Direct, un conto Fineco, o il conto BCC for Web Altroconsumo. Una carta di debito completamente gratuita, tranne che per una commissione aggiuntiva dell’1,75% sul tasso di cambio per operazioni in valuta diversa dall’Euro, è la Db Conto Carta.

L’aspetto più attraente di N26 è e resta, come detto più sopra, l’operatività con lo smartphone, che è “nativa”. L’app è semplice da usare, intuitiva, e le operazioni hanno un riscontro rapidissimo, sempre ovviamente sul telefono. In conclusione, in base alle informazioni fin qui fornite, ognuno potrà valutare da solo se N26 è la soluzione che fa per lui.

Share

Commenti

commenti