Nuove aperture e restyling : dalla Thailandia allo Zio d’America

Shangri La Roma

Il 2018 è stato un anno di grandi eventi a Roma, di aperture, novità, ma anche di restyling di strutture esistenti da tempo e con tanta voglia di riemergere.
Ce n’è per tutti i gusti… dal ristorante asiatico, a quello tradizionale, Roma è bella per questo, certo non ha raggiunto Londra, ma sicuramente qualcosa si sta muovendo , sia in cucina che nella comunicazione.
Vi vogliamo dare alcuni indirizzi utili e di cui naturalmente sentirete parlare anche per il prossimo anno…perché hanno appena iniziato!

KABB: involtini di broccoli e burrata, pomodorini arrostiti

KABB – Via Mantova n.9 (ex edificio Birra Peroni) tel 06/37896073
Apre il portone questo locale dal nome insolito, che poi non è null’altro che l’insieme delle iniziali dei nomi dei figli del proprietario , il sig. Luigi Biasini, che ci accoglie calorosamente per farci sentire subito i benvenuti.
Il grande bancone è già pronto e comodo con le sedute basse, per accogliere i clienti da colazione: torte fatte in casa, croissant e caffè caldo.
Ma non solo… KABB è aperto a pranzo e cena con una grande cucina che ospita lo chef Andrea Sarcona con i suoi collaboratori, tutti provenienti dalla scuola dello chef Massimo D’Innocenti .

La cucina è semplice,ma gustosa e sana con pochi ingredienti e legata al territorio.
Da KABB  si da attenzione  alle moderne tecniche di cottura e per questo in cucina ci si avvale di attrezzature sofisticate per cotture che garantiscono genuinità e salubrità nei processi di cottura.
Molto fornita è anche la cantina che offre una vasta varietà di etichette per meglio coprire le esigenze e le aspettative di ogni tipo di clientela. Dai vini biologici alla sezione di bollicine sia italiane che francesi.
Per gli amanti della meditazione una selezione di rum, armagnac, whisky e grappe.
Aperti anche il 25 dicembre e a Capodanno per chi non ha voglia di cucinare e passare le feste all’insegna dei buoni piatti in un’atmosfera accogliente.

Tuk Tuk Ride – Thai Vibes. Via Giovannipoli 125, Roma
Insegna luminosa, fili della luce a vista e neon colorati…no non siamo a Bangkok, ma nel nuovo ristorante Thai aperto ad ottobre in zona San Paolo a Roma.
Il progetto nasce da una passione che Andrea Martorano, Raffaele Lucadamo, già soci del birrificio romano Rebel’s Brewery, e Edoardo Di Luzio hanno in comune: il sud est asiatico – soprattutto a tavola – mondo che hanno potuto conoscere di prima mano durante i loro viaggi e soggiorni tra Thailandia e Singapore.

La proposta è basata su piatti di street food thai associati a cocktail alcolici e analcolici .
Il menù è frutto del lavoro di due personal chef Paolo Dalicandro e Augusto Comellini, che hanno saputo interpretare la visione dei tre proprietari e la loro voglia di realizzare un locale dinamico e internazionale che esprimesse la verve esotica del cibo da strada thailandese, proponendo ricette tradizionali in una chiave curata e più accessibile (a livello gustativo) per gli standard italiani.

Il menù include 18 piatti divisi in 8 antipasti, 7 mains, 3 dolci.
Starters divertenti e assolutamente da condividere, tra cui non poteva mancare uno simboli dello street food thai, i miang lao, dei roll made-yourself composti da foglie di spinacino con gamberi saltati con arachidi, germogli, zenzero, salsa spicy, lime e pompelmo.

I main si ispirano ai grandi classici della tradizione thai, alcuni rivisitati in una chiave più accessibile al pubblico romano e sicuramente più dinamica. Includono zuppa di petto d’anatra, Pad Thai in versione terra e mare. I main si delineano secondo un’idea non solo di ispirazione e scoperta di un gusto esotico, lontano e ammaliante, ma volgono anche lo sguardo verso una dimensione estremamente conviviale e esperenziale.

Tra i dolci non poteva mancare lo sticky rice con mango e latte di cocco e i roti di banana con latte condensato e sciroppo di tamarindo. Da segnalare anche qualche occhiolino all’occidente come la freschissima creme brulé con lemongrass e kaffir.
Aperti solo a cena, servizi di Delivery e Take Away con finestrella sull’esterno per i ritiri.

Hotel Shangri-La Roma – Viale Algeria 141 – Roma

Si passa al restyling, di nuova vita su qualcosa che aveva avuto già molto successo e perché no…vestirsi a nuovo e riproporsi sul mercato in chiave attuale? E’ la vincente idea che ha pensato il Gruppo Lo.An che ha acquisito, ristrutturato e presentato alla stampa il nuovo Hotel Shangri-La Roma storico simbolo del boom economico della capitale.

L’elegante e raffinata struttura di categoria 4 stelle, riapre al pubblico portando al numero 11 le strutture turistiche di proprietà del gruppo.
Cortesia, stile ed eleganza tutta italiana è questa la filosofia e l’intento della famiglia Lazzarini, che ha puntato tutto sulla riqualificazione di questo bellissimo Hotel oggi, in chiave moderna ma rispettando lo stile elegante, riposizionando una struttura che in passato aveva fatto la storia del quartiere.
Immerso nel verde ed in posizione strategica, l’Hotel Shangri-La Roma è a soli 15 minuti dal centro, ed a 20 minuti dall’aeroporto Leonardo da Vinci, inoltre ha nelle proprie vicinanze il Palazzetto dello Sport.
L’hotel Sangri-La avrà come punto di forza la qualità e il valore del brand.
Per il 2019 è in programma anche l’apertura del ristorante.

Di generazione in generazione, ha accolto per colazioni, aperitivi o punto di incontro a Talenti: è lo Zio d’America!
La collaborazione di Costa Group , azienda leader nell’allestimento di bar e ristoranti, ha rifatto il trucco allo Zio d’America puntando tutto sul nuovo bancone centrale a penisola, che inizia con un vasto assortimento di pasticceria artigianale e culmina nello spazio dedicato al cocktail bar e al juice bar. È presente anche un angolo di Gastronomia con una selezione di prosciutti nazionali e Jamon iberico da affettare al momento. Con un centinaio di referenze in bottigliera, una carta che spazia dai classici ai signature cocktail e 4 tipologie di birre alla spina, il bancone è il fulcro della nuova proposta dedicata ad un pubblico variegato sempre più attento ed esigente, grazie anche alla collaborazione con Planet One, l’ateneo del bartending italiano per la formazione di risorse umane.
La vera novità sta nella proposta del nuovo menù gustabile in tutte le aree del nuovo Zio d’America, proprio per ribadire il concetto di unicità dello “Zio”.
Oltre a continuare a puntare sull’appuntamento del brunch, prerogativa non solo del weekend ma disponibile tutti i giorni in formula lunch dalle ore 12:00 alle ore 15:00, lo “Zio” ha pensato anche a tutti coloro che preferiscono uno sfizio veloce oppure una degustazione su misura con la formula degli “zietti”, assaggi dei piatti in versione tapas, che consentono sia di mantenersi leggeri che di fare una sorta di percorso del menù a 360°: dall’amatriciana al piccolo hamburger, passando per la miniporzione di polpette al fish and chips. Sono piatti gustosi che provengono direttamente dalla cucina, aperta tutto il giorno, dalle sei del mattino fino a tarda serata. La cucina dello “Zio” propone inoltre, sia in versione “classica” che in formula “zietti” una varietà gastronomica per tutti i gusti passando dalla cucina tradizionale a quella internazionale (primi, secondi, carne, pesce, crudi) senza rinunciare anche alla pizza cotta nel forno a legna.
Il nuovo allestimento ha puntato, inoltre, a valorizzare la zona retail e l’enoteca, che conta oltre mille etichette di vini, spumanti e champagne e che ha da sempre caratterizzato lo Zio d’America come punto di riferimento del quartiere per la rivendita di prodotti d’eccellenza nel campo del food & beverage. “Grazie alla nostra esperienza e ai rapporti con i fornitori della grande distribuzione, abbiamo dato ulteriore impulso a questo settore e siamo riusciti ad ottenere importanti partnership per Lo Zio d’America, scelto da produttori solitamente molto selettivi”. Sia nell’offerta del bar che nella zona retail, sono un esempio il caffè Illy, le specialità dolciarie Babbi, Baratti & Milano, la cioccolata Venchi, la pasticceria Caffarel, Flamigni e Fiasconaro (con particolare riferimento ai dolci delle feste, come i panettoni), la pasta Verrigni.
Per i clienti dello Zio d’America è sempre a disposizione la connessione wi-fi e, per chi ne ha bisogno, una sala per feste private ed eventi. Ulteriore servizio per i clienti è una fornita zona Tabacchi e una Ricevitoria.

Lo Zio d’America Via Ugo Ojetti, 2-20 Tel: 06 820 98 161 aperto tutti i giorni dalle 6 fino a tarda serata.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: