Momenti di panico a Napoli. Pitbull attacca i passanti e azzanna un bambino di 10 anni

Pitbull_azzanna_bambino_di_10_anni

“Il cane è il miglior amico dell’uomo” è una frase semplice spesso ripetuta da molti ma che, in fin dei conti, può essere compresa fino in fondo solo da chi ha avuto il piacere e la fortuna di occuparsi di un cane, grazie a quel rapporto che si crea tra il cane e il suo padrone e che dimostra come questi animali possano spesso e volentieri essere molto sensibili alle emozioni dei loro proprietari (spesso persino più degli esseri umani), confermandosi un’ottima compagnia. Può accadere, tuttavia, che i cani non tanto a seconda della razza, quanto del modo in cui sono stati cresciuti dai loro padroni possano diventare particolarmente aggressivi in determinate situazioni, diventando persino un pericolo per l’incolumità delle persone che gli stanno intorno quando diventano particolarmente feroci. Ed è purtroppo ciò che si è verificato nei giorni scorsi a Napoli, dove un pitbull ha iniziato a puntare le persone in strada, arrivando addirittura ad azzannare un bambino di 10 anni che stava passeggiando con i genitori.

In più occasioni storie di cronaca raccontate in diverse parti d’Italia hanno visto dei cani particolarmente feroci attaccare delle persone, persino bambini, con delle conseguenze molto gravi e in determinati casi persino letali per le persone che si sono trovate a vivere situazioni del genere, e sarebbe potuta finire allo stesso modo anche a Napoli, dove un pitbull ha attaccato le persone in strada alcuni giorni fa, scatenando il panico. Tutto è iniziato nella serata dell’8 agosto in via Casanova, a Napoli, dove molte persone stavano tranquillamente passeggiando, complice l’aria particolarmente fresca, quando improvvisamente è arrivato in strada un pitbull particolarmente inferocito, che ha iniziato ad attaccare le persone, creando attimi di paura che hanno spinto i presenti a trovare riparo dove possibile, salendo persino sui cofani e i tettucci delle auto parcheggiate.

E’ qui che si trovava un bambino di 10 anni nel giorno del suo compleanno insieme ai genitori. Il piccolo, purtroppo, non ha avuto il tempo di trovare riparo insieme ai genitori, ed è stato attaccato dal pitbull che ha iniziato ad azzannarlo in diverse parti del corpo. Fortunatamente gli uomini della polizia, allertati per l’accaduto, sono intervenuti riuscendo, con non poche difficoltà, a fermare  il cane usando persino i cinturoni della divisa. Il bambino è stato quindi trasportato in ospedale, dove è stato medicato per ferite non particolarmente gravi che dovrebbero guarire nell’arco di 10 giorni, mentre l’animale è stato portato presso l’Asl veterinaria della città. A questo punto sarà necessario utilizzare i dati contenuti nel microchip del cane per risalire al proprietario per capire le ragioni che hanno portato l’animale a muoversi da solo in strada. Secondo le prime informazioni trapelate, l’animale sarebbe affidato ad una donna del luogo.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: