L’enciclopedia libera Wikipedia compie 15 anni

Il voto degli utenti
[Totale: 0 Media: 0]

epa03064979 (FILE) A file photo dated 05 August 2005 showing logos of the internet cyclopaedia 'Wikipedia' in several languages at the 'First International Wikimedia Conference' in Frankfurt, Germany. Online encyclopedia Wikipedia shut down its English-language site on 18 January 2012 and Google blacked out its famous logo in a 24-hour protest at proposed anti-piracy legislation in the United States. The unprecedented move came in reaction to two bills making their way through the US Congress, the Stop Online Piracy Act (SOPA) and the Protect IP Act (PIPA). EPA/BORIS ROESSLER

In queste prime settimane del 2016, uno dei servizi che hanno contribuito a rivoluzionare la diffusione del sapere, raggiunge un importante traguardo, i suoi primi 15 anni di vita trascorsi ad offrire a milioni di utenti in tutto il mondo l’accesso completamente gratuito all’informazione.

Stiamo parlando di Wikipedia, la celebre enciclopedia libera lanciata il 15 gennaio 2001, che proprio oggi compie 15 anni, continuando a crescere globalmente con il contributo di migliaia di persone, e promette di offrire tante novità per il futuro.

Era appunto il 15 gennaio 2001 quando Jimmy Wales e Larry Sanger hanno lanciato ufficialmente online la prima versione di Wikipedia, che nel giro di poco tempo è diventata la più grande enciclopedia libera disponibile online. Da allora Wikipedia ha raggiunto oltre 35 milioni di voci in 290 lingue, grazie al contributo indispensabile di decine di migliaia di redattori.

Nonostante l’enorme quantità di lavoro, Wikipedia continua ad essere completamente gratuita, senza contenuti pubblicitari, ed esiste esclusivamente grazie alle donazioni degli utenti stessi. Per il futuro l’obiettivo dei fondatori è quello di continuare ad incrementare i contenuti disponibili sull’enciclopedia, sfruttando tecnologie come l’intelligenza artificiale per migliorare la qualità dei contenuti pubblicati.

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppOknotizieCondividi

Commenti

commenti