Le Google Car provocano il loro primo incidente con un bus

Google_Car_incidente

Sono oggi molte le aziende e produttori di automobili nel mondo che hanno deciso di puntare sul futuro, sviluppando tecnologie che prossimamente potrebbero consentire di portare su strada delle auto che si guidano da sole, modificando completamente ‘l’esperienza di guida’ delle persone, ma riuscendo inoltre a contrastare radicalmente il numero di incidenti che, ogni anno, costa migliaia di vite umane in ogni parte del mondo, soprattutto a causa di errori degli stessi esseri umani.

In tal senso Google, con le sue vetture a guida autonoma, ha di certo aperto la strada alle opportunità offerte da queste tecnologie, avviando già da oltre sei anni i lavori sulle Google Car e riuscendo, nell’arco di questo lungo periodo, ad effettuare moltissimi test su strada con milioni di chilometri macinati ed una quantità irrisoria di incidenti generati, soprattutto, dagli errori di altri guidatori. La notizia che, tuttavia, ha fatto il giro del mondo in pochissimo tempo, conferma un nuovo incidente ed in particolare il primo provocato realmente da una Google Car.

La notizia è stata riportata sul web poco tempo dopo essere accaduto e la stessa Google ne ha parlato nel consueto rapporto mensile condiviso per offrire tutti i dettagli sui progressi fatti con le sue vetture autonome.

Secondo le informazioni confermate, durante uno dei test su strada nei pressi di Mountain View, una Google Car (modello Lexus RX450h) si è trovata a prendere una decisione errata quando si è spostata nella corsia centrale per svoltare a destra ed evitare alcuni sacchi di sabbia, ma non ha considerato la presenza di un autobus, contro il quale la Google Car si è scontrata (a bassa velocità), danneggiando una ruota, il parafango anteriore e un sensore integrato.

L’incidente, fortunatamente, non ha provocato feriti, ma si è trattato del primo caso di incidente, in cui è coinvolta una Google Car, provocato proprio da quest’ultima, a dimostrazione del fatto che l’auto a guida autonoma del colosso di Mountain View può sbagliare. Interessante, inoltre, come Chris Urmson, a capo del progetto delle Google Car, ha confermato la responsabilità di Google, sottolineando che l’incidente non si sarebbe verificato se la manovra non fosse stata fatta, aggiungendo che il team studierà con attenzione quanto accaduto per migliorare ulteriormente il software ed evitare che ciò si verifichi nuovamente in futuro.

Nel frattempo è importante ricordare che le Google Car vengono testate su alcune strade statunitensi ormai da diversi anni, e nonostante i milioni di chilometri percorsi, fino ad oggi gli incidenti che hanno coinvolto le vetture sono stati meno di 20, attribuibili ad errore umano.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: