La tua nuova auto con “MyCar No-Cost”, con € 290,00 e rate rimborsate. Possibile?

Tornando a casa ho trovato parcheggiata un’auto con delle decalcomanie che non avevo mai visto prima. Incuriosito l’ho fotografata e sono andato poi a cercare informazioni su internet.

No Cost: Sembra la soluzione a chi volesse un’auto nuova, senza doverla acquistare e senza dover fare un Leasing. Non è neppure uno di quei sistemi offerti dalle concessionarie, che prevedono il riscatto o la sostituzione dopo qualche anno.

Ma come funziona? In cosa consiste?

Sul sito ho però trovato poche indicazioni pratiche. Tutto quello che c’è va nella direzione di un vero e proprio vantaggio economico e al contempo la possibilità di poter guidare un’auto nuova. L’auto si paga con una rata mensile, che poi viene “rimborsata”. I vincoli sono solo il colore e gli adesivi da apporre (fino ad oggi tutte quelle incontrate avevano solo la pubblicità No Cost, quindi della società stessa).

I passaggi indicati dal sito sono:

  1. Dopo aver scelto la tipologia di vettura più adatta alle esigenze, per modello, marca, cilindrata, alimentazione, c’è il solo limite del colore, che può essere il solo Bianco.
  2. Ci si può quindi recare ad un qualsiasi concessionario per la scelta del modello e accessori per arrivare al preventivo. E’ prevista anche la rottamazione e o la permuta della propria auto
  3. Il preventivo ottenuto va quindi inviato, via e-mail all’indirizzo preventivi@vantagegroup.it, specificando, nel testo della mail, l’attestazione della classe di merito della Vostra assicurazione (RCA) e richiedendo un appuntamento presso la sede della propria città, e lasciare i propri recapiti.

€ 1070,00 + rimborsi:

Sarà cura dello staff, dopo aver ricevuto il  preventivo,  fissare un appuntamento e procedere alla sottoscrizione, forniti i documenti, del finanziamento per l’acquisto della vettura, versato l’anticipo di € 1070,00 (di cui € 350,00 spese istruttoria e € 720 “Pacchetto Easy”) si procederà all’ordine della vettura.
All’approvazione del finanziamento, prima della consegna del mezzo, verrà applicato sulla stessa vettura l’accessorio Wrapping, (gli adesivi)

Il Rimborso  – Possibile? 

A) Per ottenere il rimborso mensile della rata da parte della No-Cost occorre applicare sulla propria auto l’accessorio wrapping, ovvero delle veline pubblicitarie adesive sulla carrozzeria. Inoltre, dovrà per contratto condividere due post sul proprio profilo fb con 4 foto della macchina ogni settimana usando l’hashtag #nocost (su facebook ho cercato, ma non ce ne sono) 

L’applicazione della pellicola pubblicitaria (wrapping) avverrà con cadenza mensile presso i centri autorizzati Pit-Stop di No-Cost, il servizio prevede, inoltre, senza costi aggiuntivi, l’assistenza su tutto il territorio nazionale in caso di danneggiamento della pellicola per usura o sinistro.

Che cos’è il “Pacchetto Easy” (costo di 720€) e cosa comprende?

Lucidatura e rimozione wrapping; Prenotazione carro attrezzi; Prenotazione vettura sostitutiva compresa o prezzo ridotto; Prenotazione tagliandi; Prenotazione carrozzeria; Prenotazione cambio gomme; Scontistica riservata; Copertura servizi sull’intero territorio nazionale.

  • Tutto questo per tutta la durata del contratto che scopriamo essere di  60 mesi (5 anni)

 

Il cliente avrà la possibilità di richiedere, con un costo aggiuntivo di € 480,00, il rilascio di una polizza fidejussoria a garanzia dei rimborsi spettanti per l’intera durata dei 5 anni di contratto.

Si parla di una vera e propria “rivoluzione della pubblicità in movimento che aumenta la visibilità delle aziende“.

 “Una pubblicità in movimento a costo zero”  per avere tantissimi vantaggi: (questo lo dicono loro nella loro pagina di presentazione): – Aumentare il fatturato del 40%;- Fidelizzare la clientela ;- Avere un target di clientela mirato per i tuoi prodotti;- Effettuare delle campagne pubblicitarie mirate;- Indicizzare il sito.

Leggo ma continuo a non capire come funziona. Fino a questo momento avrei potenzialmente pagato €1070,00 + eventuali altri 480,00 (giusto per stare “tranquilli”). Totale 1550,00 e ho un’auto nuova con pubblicità sulle fiancate. Ogni mese si paga la rata mensile di 290 (poi rimborsata + 50 euro di benzina). Si fa pubblicità e con i soldi di questo ci si paga la macchina. Fantastico!  Ma io continuo a non capire.

Come ci guadagnano loro? Quanto devo pagare al mese? Perchè poi i soldi me li restituiscono (per la pubblicità fatta – dicono)? Come si paga la macchina? Finiti i 5 anni cosa succede?

Per ogni auto che no-cost vende,  incassa delle somme iniziali dal concessionario, ma al contempo  (il cliente) si indebita con la finanziaria. La No Cost funge da tramite. Quindi è coinvolta ma indirettamente del costo dell auto oltre gli interessi perchè in teoria dovrebbe ripagare le rate al cliente… La pubblicità costa e le aziende  mirano a ciò che è maggiormente visibile. Fino ad oggi non ho visto neppure un’auto no-cost con la pubblicità.  Oltre alle somme indicate inizialmente, vengono richiesti al cliente i costi – variabili per modello d’auto – del costo dell’apposizione della pubblicità che la “No Cost” non anticipa, ma si impegna a rimborsare. Una somma consistente. Abbiamo detto che il Finanziamento dell’auto è a carico del cliente e non della No cost, che funge solo da tramite. Trova le pubblicità, si occupa delle etichette (ma non le paga lei ma il cliente). Incassa i soldi della pubblicità e da questi, dopo aver trattenuto la propria somma, restituisce le somme al cliente stesso  (e questo spiegherebbe i rimborsi). Ma l’auto come si paga? E le somme relative alle pubblicità come rientrano. Parlano troppo spesso di FideJussione… un concetto che sin quando l’avevo studiato a scuola mi aveva spaventato.

FIDEJUSSIONE: La fidejussione è una garanzia personale che rappresenta una tutela aggiuntiva per il creditore circa l’adempimento assunto dal debitore. Nel caso di un prestito o di un mutuo, il fidejussore si impegna a rimborsare il prestito ottenuto dal terzo a cui fa da garante. Trattandosi di una garanzia personale, il fidejussore si impegna a rimborsare una determinata somma, in caso di inadempienza del debitore originario, con il suo patrimonio. Nel caso delle Fidejussioni bancarie è quest’ultima a  garantire il puntuale adempimento della persona che ne fa richiesta. La fidejussione viene rilasciata a seguito della firma di un contratto tra le parti dal quale risulta la somma garantita dalla banca e i termini dell’accordo raggiunto con il cliente.

Insomma nella Fidejussione c’è un accumularsi da debiti che si passano da un soggetto ad un altro, che si garantiscono e permettono il raggiungimento di obiettivi, ma ovviamente non lo fanno gratis. Per un attività commerciale è comprensibile, è uno strumento che si spera porti frutti nel breve termine.

Comincia ad essere troppo complicato per me. Ci rinuncio. Potrebbe essere una cosa buona, o forse non è poi così vantaggiosa rispetto alle promozioni a Tasso zero di molte concessionarie.

Girando su Internet ho poi trovato questo articolo: https://venditepiramidali.wordpress.com/2017/05/04/auto-no-cost-di-vantage-group-e-una-truffa/

mi sono scoraggiato definitivamente, faccio riparare la mia vecchia auto.

Non scordiamoci poi anche questo: L’articolo 23 del codice della Strada (sia al comma 2 che al comma 8) stabilisce che è vietata l’apposizione di scritte pubblicitarie sugli autoveicoli pena la sanzione prevista dal comma 11 “Chiunque viola le disposizioni del presente articolo e quelle del regolamento è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 419 a euro 1.682. 

 

Share

Commenti

commenti