GoVolt: a Milano il nuovo servizio di scooter sharing elettrico da ottobre

Per chi non vuole avere veicoli di proprietà negli ultimi anni le alternative soprattutto in alcune delle principali città italiane sono cresciute in maniera consistente. In particolare, parliamo delle numerose piattaforme di mobilità condivisa accessibili direttamente da smartphone che in pochi secondi permettono di noleggiare auto, moto e persino biciclette per muoversi in città beneficiando di prezzi accessibili.

Alla già nutrita lista di piattaforme del genere, ecco arrivare una nuova alternativa destinata, però, a chi cerca un mezzo di trasporto sostenibile che non inquini l’ambiente. E la risposta arriva con GoVolt, un nuovo servizio di scooter sharing elettrico che partirà da ottobre a Milano.

GoVolt è una piattaforma fondata da Giuliano Blei e Istvan Szentkereszty. L’idea è nata dopo un viaggio a Berlino, dove i due hanno testato una piattaforma di trasporto simile e hanno quindi deciso di realizzare il progetto. Inizialmente hanno partecipato al bando FabriQ del Comune di Milano, ottenendo quindi un finanziamento iniziale, e lo scorso gennaio sono arrivati altri investimenti che hanno permesso ai due di dare inizio al progetto.

GoVolt partirà da ottobre nella città di Milano con una flotta di 150 scooter elettrici. Anche i veicoli elettrici sono italiani, prodotti dalla ME Scooter e realizzati in modo da incontrare le esigenze dei clienti. Il materiale utilizzato si chiama SMC (Sheet Moulding Compound) più resistente e leggero, mentre le ruote sono più larghe. L’autonomia degli scooter elettrici è di 80Km e non mancano, ovviamente, due caschi con dimensioni differenti.

Il servizio funziona esattamente come ogni altra piattaforma di sharing mobility. Attraverso l’app GoVolt disponibile per Android e iOS è necessario registrarsi al servizio. A quel punto si controlla la disponibilità di scooter elettrici nelle vicinanze, si effettua il noleggio e si sblocca il veicolo tramite smartphone, senza bisogno di chiavi. Al termine della corsa il pagamento avviene in automatico tramite carta di credito e lo scooter può essere lasciato dovunque, all’interno della zona coperta dal servizio. Il costo del noleggio è fissato ad appena €0,20 al minuto.

Gli addetti GoVolt si occuperanno di controllare la flotta di scooter, effettuando la ricarica della batteria quando necessario.

Non resta che attendere il debutto della piattaforma per scoprire come verrà accolta e, soprattutto, se GoVolt raggiungerà prossimamente altre città italiane.

Share

Commenti

commenti