Gli aspirapolveri migliori e le loro caratteristiche

Il significato di aspirapolvere e la sua funzione

Per pulire al meglio ogni tipo di superficie e togliere la polvere e lo sporco, è indispensabile un elettrodomestico come l’aspirapolvere.

Sul mercato vi sono una infinità di modelli e marche diverse, suddivisi in varie tipologie, tra cui scope elettriche, aspirapolvere a traino, aspirapolvere robot, aspira briciole, bidoni aspiratutto.

I migliori aspirapolveri per la casa e per l’ufficio devono rispondere a particolari requisiti per soddisfare le esigenze di pulizia di ogni tipo di ambiente.

Il significato di aspirapolvere infatti è quello, come dice il suo nome, di aspirare polvere e sporcizia dal pavimento.

Innanzitutto, prima di scegliere un aspirapolvere, si deve considerare la metratura della propria casa o ufficio, e quante stanze ci sono, e in base a questo si può decidere che tipo di aspirapolvere acquistare.

Vi sono tantissimi tipi di aspirapolvere, con filo o senza filo, con o senza sacchetto, con varie capacità di serbatoio, con diversi tipi di filtro Hepa.

Conoscendo le diverse tipologie di aspirapolvere e le loro caratteristiche, si potrà poi più facilmente capire quale fa al caso nostro.

I migliori aspirapolvere senza filo

Tra gli aspirapolveri per la casa e per l’ufficio ci sono quelli con filo e senza filo, ovvero con presa elettrica o a batteria.

Quelli con filo hanno l’ingombro del filo, tuttavia offrono una maggiore durata infatti non si scaricano mai, poichè sono collegati alla corrente elettrica, e permettono una pulizia completa di ogni ambiente in breve tempo.

Quelli senza filo sono più maneggevoli e meno ingombranti, dato che sono privi di filo, però hanno meno autonomia, dato che funzionano con una batteria interna con ioni di litio che è ricaricabile.

Quando termina la carica devono essere messi in carica nuovamente interrompendo la loro funzione fino che non sono di nuovo carichi, e quindi una sessione di pulizia ha minore durata.

Si deve considerare che un aspirapolvere può avere un’autonomia da 20 a 60 minuti, a seconda del modello, ma si intende sempre se usato alla minore potenza.

Inoltre bisogna tenere conto anche di quanto dura il tempo necessario per effettuare una ricarica completa. Alcuni modelli si ricaricano in 2-3 ore, per altri ce ne volgiono anche di più.

La batteria dopo vario tempo di utilizzo tende a usurarsi e non dare più le medesime prestazioni come all’inizio, quindi si deve mettere in conto anche il costo di una eventuale nuova batteria prima o poi.

Scegliendo però tra i migliori aspirapolveri senza filo si può ottimizzare la loro funzione di pulizia, acquistando magari un aspirapolvere che abbia maggiore potenza aspirante.

tuttavia si deve tenere conto anche di altre caratteristiche che rendono un aspirapolvere senza filo un prodotto ottimale, come la durata della sua batteria, se è o meno rumoroso, la capacità del suo serbatoio, quanto è maneggevole, il suo peso totale e anche la facilità con cui lo stesso può essere pulito.

I migliori aspirapolveri senza sacco

Tra gli aspirapolveri si può fare una differenza anche tra quelli con sacco e quelli senza sacco.

Quelli con sacco sono dotati di un sacchetto nel loro serbatoio, che quando è pieno va tolto e sostituito con uno nuovo.

Questa modalità è molto pratica e permette di non venite a contatto diretto con la polvere, dato che essa rimane nel sacco che va gettato.

Tuttavia vi è un costo per acquistare i sacchetti da utilizzare.

Tra i migliori aspirapolveri senza sacco invece si possono trovare vari tipi di aspirapolvere, come scope elettriche, aspirapolvere a traino, che non sono dotati di sacco nel loro serbatoio, ma garantiscono una efficiente pulizia degli ambienti in poco tempo.

Per questo devono avere una capiente vaschetta dove si raccoglie lo sporco, la polvere e gli allergeni, che sia anche facile da staccare quando si deve svuotare, facile da pulire e da rimettere su.

I migliori aspirapolveri senza sacco oggi sono gli aspirapolveri ciclonici, ovvero realizzati con la tecnologia a ciclone, che imita il movimento rotatorio dei cicloni dell’atmosfera.

L’aspirapolvere infatti aspira l’aria dentro un serbatoio dove si trova un’elica che attiva un vero e proprio piccolo ciclone che permette di separare l’aria dalle microparticelle di sporco grazie alla forza centrifuga.

Così la polvere finisce nel serbatoio, e l’aria pulita viene rilasciata nell’ambiente.

Aspirapolveri potenti

Gli aspirapolveri più potenti sono quelli che possono aspirare sia solidi che liquidi, come i bidoni aspiratutto, e che offrono una grande capacità nel loro serbatoio.

Per prestazioni ancora migliori, devono essere in Classe A, e avere filtro Hepa 14, ovvero un sistema di filtraggio efficace che aspira anche le microparticelle e gli allergeni.

Se gli aspirapolveri per la casa e per l’ufficio sono dotati anche di tecnologia di aspirazione multiciclonica, possono eliminare allergeni, acari e muffe, e rilasciare nell’ambiente aria purificata, che contribuisce a una corretta salubrità dell’ambiente stesso.

……….. 

 

Share

Commenti

commenti