Francia: 19enne acquista PS4 a €9, pesandola al reparto orto-frutta di un supermercato

Facendo un giro sul web, spesso si possono leggere notizie curiose che all’apparenza potrebbero sembrare delle bufale ma che si dimostrano reali e in alcuni casi possono mettere in evidenza una creatività per certi versi invidiabile. Rientra senza dubbio nella lista di notizie curiose, un episodio avvenuto di recente in Francia, che ha come protagonista un ragazzo di 19 anni e una piattaforma da gioco PlayStation 4 della Sony.

PlayStation 4 è sul mercato ormai da 5 anni e si è ampiamente confermata la console più venduta di questa generazione con oltre 90 milioni di unità distribuite nel mondo. Non è difficile immaginare, quindi, che possa destare l’interesse dei più giovani. Se non fosse che, nel caso specifico, il 19enne protagonista della storia ha messo a punto un metodo a dir poco creativo per portarsi a casa la console per una manciata di euro.

Il 19enne francese ha studiato un piano davvero ingegnoso per “acquistare” la console. L’idea, in sostanza, prevedeva di comprare la PS4 pagandola in base al peso e non al reale valore, che attualmente supera i €300. Per farlo il ragazzo si è recato in un centro commerciale di Montbeliard. Cercando di non essere notato dal personale del punto vendita, ha preso una PS4 e l’ha portata nel reparto dedicato a frutta e verdura. Ha quindi poggiato la console sulla bilancia per ottenere uno scontrino di appena €9,29 da applicare sulla confezione.

A quel punto è andato verso le casse automatiche prive di personale, dove ha pagato la PlayStation 4 poco più di €9, uscendo indisturbato dal negozio.

Il ragazzo ha quindi deciso di vendere la console il giorno stesso per €100, e attirato dall’idea di poter guadagnare tanti soldi ha scelto di ripetere l’operazione. Il 19enne, tuttavia, ha scelto di tornare il giorno successivo nello stesso supermercato per mettere a segno un altro colpo, ma le cose questa volta sono andate diversamente. E’ stato infatti notato da alcuni dipendenti del negozio che lo hanno bloccato e chiesto l’intervento della polizia.

Il giovane è stato quindi arrestato e dopo un processo condannato dal giudice a quattro mesi di reclusione. La pena è stata sospesa, ma il ragazzo dovrà evitare di commettere altri reati per non rischiare conseguenze peggiori. La speranza è che, dopo aver commesso un reato e rischiato la galera, il giovane truffatore abbia imparato la lezione.

Share

Commenti

commenti