Famo alla Romana? dal 12 aprile da Eataly puoi…

“Famo alla romana?” Questa è la tipica frase che ci si pone alla fine di una cena o di un pranzo, solitamente nella Capitale.

Consuetudine moderna vuole ora, che sia spesso utilizzata anche fuori dalla regione laziale, per indicare la divisione matematica del conto tra i commensali, togliendo d’ impaccio la cavalleria maschile di offrire alle signore (ormai morta e sepolta!) o di svincolare dal pagamento chi abbia organizzato l’invito, come galateo vuole.

Questa simpatica e conviviale usanza viene presa e trasformata un po’ da Eataly Ostiense per una simpatica iniziativa che inizierà giovedì 12 aprile.

“Fallo alla Romana “ sarà il modus operandi che apparecchierà diversi ristoranti nei piani di Eataly, : le diverse specialità romane da gustare direttamente dalla padella, che diventerà maxi, da condividere, in allegria tra i commensali.

Quante volte abbiamo fatto “la scarpetta” direttamente dalla padella? Noi romani usiamo farla, perché c’è il condimento più saporito, perché con le mani il cibo si sente, perché ci fa tornare un po’ bambini.

Dal 12 aprile tutti autorizzati e niente sensi di colpa, poi c’è la toilette prima e dopo per lavarsi le mani.

Ecco le indicazioni importanti di “chi fa cosa” e “dove” per organizzarvi già il tour delle maxi padelle:

Il Ristorantino della Pasta sarà operativo con:

Ristoro Degli Angeli : Mezze maniche alla vignarola romana con fave, piselli e carciofi.

L’Osteria di San Cesareo : che preparerà la famosa Amatriciana

Eataly che proporrà la Carbonara secondo la ricetta dell’executive chef Roberto Cotugno.

 

amatriciana

Al Ristorantino della birra sarà protagonista:

Lo’Steria di Ponte Milvio con le Polpettine di abbacchio e carciofi romaneschi

 

Ristorante della carne:

Osteria 224 realizzerà le Costolette di agnello alla scottadito con broccolo romanesco e patate al rosmarino.

Flavio al Velavevodetto: che ci delizierà con la Coda alla vaccinara

La Trippa alla romana “Antica Macelleria Annibale” con pecorino e menta accompagnato da misticanza con battuto di alici cotto da Maria Luisa Zaia dell’Oste della Bon’ora.

Ristorantino del pesce

Mamma Angelina propone il Baccalà con passatina di ceci e porri croccanti

Gaetano & Pasquale Torrente al Ristorantino del Fritto faranno assaggiare un Misto di alici (alici fritte, alici con provola, polpette di alici, pane burro e alici).

Saliamo al secondo piano.

All’Osteria : Cacciani proporrà il Polpettone alla picchiapo’, mentre La Briciola di Cristiana Montellanico, La vignarola.

Al Ristorante del Terzo Piano lo chef Paolo Trippini farà degustare per l’occasione il Pollo con peperoni.

Ma per conclusione di un ottimo pasto ci vuole anche il dessert! Ci penseranno le pasticcerie Dolci Desideri e Forattini nonché la Panetteria di Eataly .

Oltre all’usanza del conto alla romana ogni tavola, di solito è allietata e circondata dai caratteristici “Stornellattori” che girovagheranno nei vari Ristorantini per enfatizzare l’atmosfera.

Le musiche e gli arrangiamenti saranno curati dal maestro Fabrizio Masci, musicista internazionale che da decenni si occupa di musica popolare romana.

Beh ora non avete che l’imbarazzo della scelta e la fortuna di poter scegliere, stando in una unica location, senza problema di parcheggio tra le vie del centro , cosa poter assaggiare della cucina tipica romana e perché no, dividere il conto dopo un ultimo brindisi con gli ottimi vini locali proposti nella Cantina di Eataly, quindi … Fallo!

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: