Facebook: in arrivo una funzione per “moderare” i commenti inopportuni?

E’ usato ogni mese da oltre 2.2 miliardi di utenti da ogni parte del mondo, numeri che lo rendono il social network più conosciuto e utilizzato nel mondo. Parliamo di Facebook, la piattaforma co-fondata e guidata da Mark Zuckerberg che continua a macinare numeri importanti, nonostante l’ultimo periodo non sia stato dei più semplici da affrontare.

Tra la crescita degli utenti in fase di rallentamento, le accuse legate alla gestione della privacy degli utenti e le violazioni di cui si è parlato negli ultimi mesi, Facebook deve affrontare molti problemi. Ma uno dei più comuni, che riguarda in realtà tutte le piattaforme social, è l’attività senza sosta dei cosiddetti haters, che si muovono sul web diffondendo messaggi d’odio e violenza. Ed è proprio per aiutare gli utenti a migliorare l’esperienza sul social network che a breve Facebook potrebbe integrare un nuovo strumento per moderare in modo ancora più semplice i commenti ai post.

Non si tratta, almeno per adesso, di una novità annunciata da Facebook. Ma di una scoperta fatta da Jane Manchun Wong, ingegnere informatico di Hong Kong che ha scoperto questa nuova funzione probabilmente in fase di test all’interno della piattaforma.

Quella descritta è una funzione che consentirebbe ad ogni utente di moderare in anticipo i commenti potenzialmente dannosi pubblicati sotto ogni post. L’opzione consentirebbe, infatti, di creare una sorta di “lista nera” di parole, frasi o emoji da oscurare in caso di pubblicazione all’interno dei commenti. La blacklist potrà quindi contenere frasi d’odio, commenti razzisti o violenti, volgarità e ogni contenuto inappropriato. Facebook, inoltre, fornirà una lista di suggerimenti.

Se identificati i commenti inappropriati verranno prontamente oscurati dalla timeline, ma potranno essere comunque visualizzati da chi li ha pubblicati e dai suoi amici. Alla base dell’introduzione di questo strumento, sembra esserci la volontà di offrire agli utenti uno strumento per identificare i commenti inappropriati in maniera preventiva. Una nuovo passo verso la lotta alla violenza online che, attraverso i cosiddetti haters (gli odiatori online) è ormai diventato un fenomeno dilagante che riguarda tutti.

Del resto già in passato una funzione simile è stata implementata da altre realtà, come ad esempio Instagram.

Resta da capire se e quando Facebook renderà disponibile questa funzione per tutti i suoi utenti, fermo restando che non basterà solo questo ad eliminare un problema ormai globale.

Share

Commenti

commenti