Due petroliere saudite hanno subito “un sabotaggio”, afferma l’agenzia di stampa saudita

L’Arabia Saudita ha dichiarato lunedì che due delle sue petroliere sono state sabotate al largo delle coste degli Emirati Arabi Uniti, in attacchi che ha descritto come una minaccia per la sicurezza delle forniture globali di petrolio.

Le tensioni sono aumentate nella regione ricca di petrolio nelle ultime settimane, in seguito allo spiegamento di un numero crescente di risorse militari statunitensi verso il Medio Oriente a causa del deterioramento delle relazioni con l’Iran.

Giovedì, l’Amministrazione marittima degli Stati Uniti ha emesso un avvertimento consultivo secondo cui “l’Iran oi suoi delegati” potrebbero prendere di mira le navi mercantili e le infrastrutture di produzione petrolifera nella regione.

Una delle due navi saudite stava per essere caricata con petrolio greggio saudita dal porto di Ras Tanura, per essere consegnata ai clienti negli Stati Uniti, ha riferito l’agenzia stampa saudita (SPA).

Mentre l’agenzia non menzionava vittime o fuoriuscite di petrolio, affermava che c’erano stati “danni significativi alle strutture delle due navi“.

Domenica, gli Emirati Arabi Uniti hanno riferito che quattro navi mercantili sono state prese di mira da “operazioni di sabotaggio” al largo della costa orientale. L’apparente sabotaggio ha avuto luogo vicino alle acque territoriali degli Emirati Arabi Uniti nel Golfo di Oman, a est dell’emirato di Fujairah, ha dichiarato domenica il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Non è chiaro se le navi menzionate dall’Arabia Saudita e dagli Emirati Arabi Uniti siano parte dello stesso incidente.

Il ministero degli Emirati Arabi Uniti non ha elaborato la natura del presunto sabotaggio, né offre alcuna indicazione su chi potrebbe essere responsabile, incluso se è stato effettuato da individui o da un gruppo o paese più grande.

Il ministero degli Emirati Arabi Uniti ha detto che le autorità stanno lavorando con enti locali e internazionali per indagare sull’incidente, che ha definito “uno sviluppo pericoloso“.

La comunità internazionale deve assumersi le proprie responsabilità per impedire a qualsiasi parte di tentare di minare la sicurezza del traffico marittimo“, ha affermato il ministero.

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Seyyed Abbas Mousavi ha detto oggi che gli incidenti sono “allarmanti e deplorevoli” e ha richiesto ulteriori informazioni sul presunto sabotaggio.

Il portavoce iraniano ha messo in guardia contro “le trame dei malcapitati per sconvolgere la sicurezza regionale” e ha chiesto “la vigilanza degli stati regionali di fronte a qualsiasi avventurismo da parte di elementi stranieri”.

Lunedì, il Ministero degli Esteri dell’Arabia Saudita ha condannato gli “atti di sabotaggio” e ha espresso solidarietà agli Emirati Arabi Uniti, ha riferito l’agenzia stampa saudita, citando una fonte ufficiale presso il Ministero degli Affari Esteri.

I commenti seguono una precedente dichiarazione del ministro dell’Arabia Saudita, Khalid al-Falih, in cui descriveva l’attacco come un tentativo di “minare la libertà della navigazione marittima e la sicurezza delle forniture di petrolio ai consumatori di tutto il mondo“.

Commenti

commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: